Dopo il successo delle scarpe auto-allaccianti Adapt BB, Nike è sempre più orientata a sviluppare il proprio settore di smart sneakers. La conferma arriva da The Fashion Law. Il sito rivela che il mese scorso l’azienda ha depositato una domanda di brevetto intenzionale per la registrazione presso l'U.S. Patent and Trademark Office ("USPTO") della parola "footware". Il termine, un ibrido tra "calzature" e "software", sarebbe usato per descrivere qualsiasi scarpa Nike includa:

"moduli hardware per computer per ricevere, elaborare e trasmettere dati in Internet di apparecchi elettronici; dispositivi elettronici e software che consentono agli utenti di interagire a distanza con altri dispositivi intelligenti per monitorare e controllare sistemi automatici".

Nike vuole brevettare il termine Footware Le sneaker smart del brand avranno un nuovo nome | Image 0

In poche parole, secondo l'avvocato specializzato in trademark Josh Gerben

"Essenzialmente, sembra che Nike inizierà a contrassegnare qualsiasi smart shoes come FOOTWARE invece di FOOTWEAR".

Normalmente la stretta somiglianza i due termini bloccherebbe la registrazione, dato che l'ufficio marchi tende ad ignorare le piccole differenze ortografiche, ma Nike spera in un esito positivo e, per questo, ha sottolineato che l’utilizzo della nuova parola sarà limitato alla ristretta categoria dei prodotti dotati di componenti elettronici e software. L’USPTO non ha ancora espresso il suo giudizio, ma, se concedesse il trademark, il gigante dello sportswear potrebbe aggiungere un altro elemento inconfondibie al suo caratteristico swoosh e allo slogan "Just Do It".