Trovare l’anima gemella non è solo difficile. È diventato un business selvaggio che si combatte a suon di dating app, un labirinto virtuale in cui le donne devono sopravvivere, oltre che a rifiuti e buchi nell’acqua, anche all'inopportuno omaggio di immagini di genitali maschili, a stalking e fastidi vari. La soluzione potrebbe essere Pickable. Nata dalla mente di Tamara Goldstein, la nuova app consente alle donne di rimanere anonime, senza nomi, immagini o descrizioni, mentre navigano tra i profili degli uomini iscritti. Come funziona? Se sei una donna entri nell’app, sfogli tra i pretendenti e quando c’è ne uno che ti piace gli invii in privato una richiesta di chat con allegato un selfie. Se lui accetta, si avvia la conversazione e se son rose…. 

Pickable, la dating app dove le donne sono anonime Secondo la creatrice è la soluzione ideale per incentivare gli appuntamenti nella vita reale | Image 0
Per gli uomini è un po’ diverso: ti registri, crei il tuo profilo (che include una foto e una biografia) e resti in attesa di piacere a qualcuno e venire contattato, ma senza vedere i profili femminili. Secondo lo staff di Pickable, questo programma dovrebbe ridurre le lunghe chat online e incentivare gli appuntamenti nel mondo reale molto più velocemente rispetto ad altre app. Qualcun altro fa notare, invece, che tra i tanti vantaggi non ha quello di limitare i profili fake e l’invasione di spam (alert: pioggia di immagini di gattini, invece di veri selfie di ragazze).