nss Christmas Mistery Box

Vedi tutti

La capsule di COS ispirata al Bauhaus

'Archive Editions' celebra il centenario della nascita del movimento artistico

La capsule di COS ispirata al Bauhaus 'Archive Editions' celebra il centenario della nascita del movimento artistico

Quest’anno ricorre il centesimo anniversario dalla fondazione della Staatliches Bauhaus, la più importante scuola di design europeo del secolo scorso, inaugurata a Weimar da Walter Gropius nel 1919. La scuola rimase aperta solo per quattordici anni, ma diede il nome a un intero stile artistico e architettonico che definì l’arte e il design per i decenni a venire. Per celebrarne la nascita, COS ha recuperato dai propri archivi tredici item e li ha riuniti nella capsule collection Archive Editions che riflette lo stile e la filosofia del Bauhaus, ispirandosi ai suoi colori, alle sue linee e ai suoi principi estetici.

Il principio base del Bauhaus è il funzionalismo: la forma deve corrispondere alla funzione. Nelle parole di Mies Van Der Rohe, genio dell’architettura modernista e ultimo direttore della scuola, less is more, funzione e armonia sono le principali direttrici di tutte le arti. È con questi principi in mente che COS ha scelto quali capi dei propri archivi recuperare.

La scuola Bauhaus combina l’artigianato e le belle arti, e coltiva l’idea della creazione di un Gesamtkunstwerk – un’opera d’arte totale – in cui tutte le arti sarebbero state riunite. Per COS, abbiamo sempre cercato ispirazione nel mondo dell’arte perché è lì che iniziano i trend e l’innovazione, dice Karin Gustafsson, direttrice creativa del brand.

L’obiettivo che Gustafsson aveva in mente era ispirarsi ai principi del movimento artistico per creare abiti che fossero moderni, pratici e soprattutto abbastanza classici da resistere alla volubilità della moda e sorpassare il concetto di stagionalità. Il recupero di silhouette e forme rettangolari e circolari richiama il frequente utilizzo, da parte degli artisti Bauhaus, di analoghe forme geometriche e la palette quasi monocromatica della collezione (tutti gli item sono grigi, eccetto le quattro camicie bianche) si ispira invece al celebre edificio di Dessau che ospitava la scuola

La collezione si compone di tredici pezzi: sei per uomo, sei per donna e un accessorio. Il pezzo chiave della parte menswear è il cappotto di lana senza bavero della FW15, un item molto classico con finiture minimali come ad esempio le tasche quasi invisibili e la sua silhouette pulita ed essenziale. Il tubino asimmetrico della FW08 è invece l’item che definisce il womanswear, con la sua struttura decisa, la spallina regolabile e la doppia piega sul retro che imposta i volumi, dando un tocco modernista.

Oltre a questi due pezzi, la collezione include due camicie, un blazer, una gonna e un cappotto dalle linee scultoree per la donna, oltre che un bracciale in lana e cuoio dal taglio curvo che rappresenta una rivisitazione minimalistica del classico accessorio. Per il lato menswear, invece, sono presenti pezzi classici come la camicia con asole invisibili, pantaloni classici in lana, un maglione e una t-shirt dal collo quadrato e un grembiule in lana pensato per invitare chi lo indossa a giocare con il layering con un capo inedito nel guardaroba maschile.

Il lavoro di ricerca e rielaborazione dei singoli pezzi d’archivio è stato intenso, come racconta Cristophe Copin, Head of Menswear Design di COS: “Non prendiamo mai nulla alla lettera – è troppo facile. Questa è la maniera in cui mettiamo tutto in discussione: prendendo tutta l’informazione possibile e poi scegliendo la nostra lettura del Bauhaus, la nostra maniera di esprimere il suo messaggio”.

La capsule collection Archive Editions di COS è disponibile online e presso negozi COS selezionati. Esplorate qui la Collezione Donna e qui la Collezione Uomo.