Mai più pellicce animali da Gucci.

L’annuncio arriva direttamente da Marco Bizzarri, presidente e CEO dell’azienda, durante il Kering Talk 2017 al London College of Fashion:

"Essere socialmente responsabili è uno dei valori fondamentali di Gucci e continueremo a cercare di fare di più per l’ambiente e gli animali e speriamo che questa scelta possa contribuire a ispirare l’innovazione e diffondere consapevolezza, cambiando l’industria della moda del lusso in meglio".

In partnership con Lav e The Humane Society, Gucci dice basta all’uso di pellicce a partire dalla stagione SS18 ed entra a far parte della Fur Free Alliance, l’associazione che si batte per ridurre il ricorso a pratiche crudeli nei confronti degli animali da pelliccia, appositamente allevati o catturati.

Oltre a questa rivoluzione, il marchio fiorentino supporta con Unicef  il progetto “Girls’ Empowerment Initiative” in difesa delle donne più deboli e dona 1 milione di euro per aiutare direttamente più di 50.000 ragazze, attraverso programmi dedicati, e raggiungere indirettamente più di 150.000 ragazze.

Un segnale forte di uguaglianza condiviso anche da Alessandro Michele, come sottolinea Bizzarri con queste parole:

"Siamo entrambi convinti che incoraggiando il rispetto, l'inclusione e l'empowerment, si creino le condizioni necessarie per un approccio innovativo alla sostenibilità".