ll gatto, animale ambiguo, distaccato e solitario ma che sa anche essere dolce ed affettuoso, solo quando è lui però a deciderlo, dopo essere stato il compagno di giochi, l'amico ideali degli hipster di mezzomondo, e dopo aver infiammato il cuore degli asiatici, vedi le harajuku girlz, è diventato l'animale main per il sistema moda. Infatti se i rottweiler di Givenchy hanno perso il loro scettro ad opera della Tigre di Kenzo, quest'ultima dovrà, ma probabilmente già deve, abbandonare lo scettro conquistato con fare felino e movenze disinteressate agli animali che molti credono essere i figli degli alieni (il web è pieno di queste leggende metropolitane), ovvero i gatti.

Andiamo per gradi è cerchiamo di raccontare il fenomeno di natura hipsteriana, scoppiato nel 2012 mediante l'utilizzo spropositato di GIF animate legate al mondo felino, è diventato evento sociale e mediatico. Infatti dapprima gli hipster scelsero i gatti rispetto ai cani come compagno d'avventure grazie al loro fare solitario a tratti malinconico quanto riflessivo che rispecchiava a pieno lo stato d'animo di chi ha fatto delle bici e dei baffetti una scelta di vita (scusate se cado nei troppi luoghi comuni). Poi dopo che le GIF animate sono entrate in gioco, catturando gli adolescenti giapponesi che ipnotizzati dal suono Meow hanno fatto del gatto una nuova divinità stilistica tutta da seguire. Così facendo,il passaggio da subcultura a fenomeno sociale di massa è stato brevissimo, istantaneo: sono nate app ad hoc, tumblr gattopornografici (scatti amatoriali di persone che fanno sesso in compagnia del proprio gatto), t-shirt, felpe bomber e quant'altro. Ecco il mondo della moda è stato letteralmente invaso dalla Meowmania è cosi se un giovane Shaun Samson in tempi non sospetti presentava durante la scorsa fashion week estiva di Londra una delle prime t-shirt dedicate all'animale felino e i ragazzacci di Odd Future in America adottavano come logo proprio il volto di un gatto con poteri alieni,  oggi i vari Brian Lichtenberg e tutta la carrellata di designer giapponesi e di brand dall'eco street pop hanno proposto la loro personale rivisitazione.

Insomma che vogliate o no, i gatti sono in mezzo a noi ci guardano, ci osservano e ce li ritroviamo pure sul bomber di Rihanna … meow power.

 

13 Altre foto
Sfoglia