Vedi tutti

Uomini che amano le Birkin

Rapper, designer e un florido mercato asiatico

Uomini che amano le Birkin Rapper, designer e un florido mercato asiatico

Avete presente quelle tracolle tristi di nylon o in stampa monogram che i nostri padri si ostinavano a indossare sopra la camicia a righe con taschino? Ecco, da feticcio preferito dei boomer ad accessorio maschile di tendenza, le borse da uomo hanno fatto molta strada: dalle tote alle mini size, dai borsoni da viaggio alle ventiquattrore, l’attuale clientela in fatto di pelletteria non conosce né gender né età. Lo stesso vale, ovviamente, per il modello più desiderato e agognato di sempre, il santo Graal delle borse, l'iconico modello Birkin firmata Hermès. Virgil Abloh le indossava prima ancora di essere "VIRGIL", ancor prima di crearne una versione personalizzata per Off-White™ nel 2015; Young Thug ne ha parlato nel pezzo "Homie" del 2017, mentre due anni dopo Gunna ha raccontato la sua intenzione di acquistarne una per la figlia nel brano "Baby Birkin". Drake ha notoriamente collezionato Birkin per anni ‘per la sua futura moglie’ ed è il fiero detentore di uno dei modelli più costosi, l’Himalaya da 382.000 dollari, Travis Scott invece è solito girare per LA con la versione Jumbo, mentre la preferita di Pharrell Williams è in pelle di coccodrillo viola, per non parlare della vastissima collezione di Marc Jacobs.

Nel 2021, Therealreal, sito di reselling di prodotti di lusso, ha osservato come l'interesse degli uomini per le Birkin cresca due volte più velocemente rispetto alla clientela femminile: lo scorso anno l'interesse maschile si è concentrato su due modelli di grandi dimensioni, la Birkin 45 (quasi 18 pollici di larghezza) e la Birkin 50 (quasi 20 pollici di larghezza), in aumento nelle ricerche rispettivamente del 361% e del 219%. Hermès ha rifiutato di condividere dati al riguardo, ma a dimostrazione del fatto che la maison si stia rivolgendo agli acquirenti di borse maschili è stata la presentazione del modello "Rock", una nuova versione con tasca a zip della HAC presentata lo scorso febbraio.

Sebbene sia più strettamente associato all’immaginario femminile, la Birkin in realtà ha radici gender-fluid. Come molti modelli di lusso divenuti iconici negli anni, prende il nome ed è stato disegnata per l'attrice Jane Birkin, il cui status di icona della moda è stato plasmato da un guardaroba di cappotti e pantaloni da uomo, un look androgino e minimale che ancora oggi ispira le trendsetter, oltre che la figlia Charlotte Gainsbourg. Si diceva che non amasse particolarmente le borse, ma quando il suo cesto di vimini si è rovesciato rovinosamente mentre cercava di riporlo nel vano portaoggetti dell'aereo, il suo compagno di viaggio, il presidente di Hermès Jean-Louis Dumas, ha trascorso il volo disegnando un borsone richiudibile che le potesse evitare incidenti simili in futuro. La prima Birkin, in pelle nera, risale al 1984. Ma che dire del suo predecessore? La Haut à courroies è la primogenita delle borse Hermès, nata all’inizio del XX secolo, concepita per ospitare e trasportare le selle e gli stivali da equitazione, una soluzione ingegnosa e funzionale volta ad agevolare la vita dei cavallerizzi, conferendo loro un tocco di eleganza. E va da sé che, all'epoca, l'ippica era uno sport prevalentemente maschile.

@simon.gold Hermes Birkin #birkin #hermes #mensfashion #fashionweek #fallfashion #parisfashionweek #birkinbag Oblivion - Grimes

In effetti, le borse più costose attualmente disponibili sul sito web Hermès USA e acquistabili senza la solita trafila, sono nella sezione uomo. Si tratta della Kelly Depeches Pouch in coccodrillo (31.000 dollari) e della Bolide 1923 45 Chimères Dragon (16.900 dollari). Ma se lo scopo è il prestigio e i fondi non mancano, perché accontentarsi di qualcosa che possono avere tutti? Per controllare il mercato, Hermès rende la borsa difficile da ottenere, un tempo tramite lista d'attesa, ora attraverso una laboriosa cerimonia di corteggiamento. Per acquistare una Birkin in negozio i prezzi partono da $11.000, è necessario essere un VIC (Very Important Client) e spendere tanto e spesso in pelletteria, articoli per la casa, prêt-à-porter. Gli store possono averne solo uno o due alla volta, non sono mai esposte e si stima che nel mondo ne siano in circolazione circa 200.000 in totale. Mentre l'idea della It Bag come la conosciamo oggi ha raggiunto il picco all'inizio del 21° secolo, uno studio del 2017 riportato da GQ, ha rivelato che il valore delle Birkin è aumentato del 500% nel corso degli anni, rendendole, insieme agli orologi e alle auto di lusso, un oggetto investimento nella sempre più diffusa strategia Money for Value”. Naturalmente, tutti questi fattori hanno solo reso le borse sempre più desiderabili, specialmente per gli uomini, una passione raccontata via Instagram tramite account come @meninhermes e @thebirkinboy.

La tendenza non riguarda solo i rapper: case d'asta come Christie's, Bonhams e Sotheby's - la via più sicura per accaparrarsi una Birkin al di fuori del retail -  hanno condiviso con CNA luxury la percentuale in costante aumento di offerenti asiatici di sesso maschile. «Abbiamo assistito a questa tendenza in tutto il mondo e soprattutto in Asia, con grandi star come G-Dragon a dare il via al trend», ha dichiarato Morgane Halimi, responsabile di Sotheby's per Borse e Accessori. Nel frattempo, Jerry Chang, specialista associato di Christie's Asia Pacific, ha osservato che la casa d'aste ha visto «una partecipazione attiva da parte di clienti uomini di Hong Kong e del Sud-Est asiatico.» Ed è così che il modello nato nell ‘84 durante un volo di linea è diventato oggi l’oggetto di un giro d’affari da miliardi di dollari, la dimostrazione ambulante di quanto la moda sia in grado di influenzare la cultura di massa e, ad oggi, anche gli investimenti. Quello che era nato come un accessorio per pochi eletti è diventato uno status symbol universale.