Vedi tutti

I cinque brand più indossati ai Grammy 2021

Gucci e Louis Vuitton in testa, Versace terzo

I cinque brand più indossati ai Grammy 2021 Gucci e Louis Vuitton in testa, Versace terzo
Harry Styles
Dua Lipa
Jhené Aiko
Dua Lipa
Kaytranada
Chintya Erivo
Chloe Bailey
Halle Bailey
Kaytranada
BTS
John Legend
Kevin Parker
Megan Thee Stallion
Finneas
Anderson Paak & Bruno Mars
Billie Eilish
Trevor Noah
Harry Styles
Kendrick Simpson
Michael Kiwanuka
Ingrid Andress
DaBaby
Maren Morris

Il red carpet dei Grammy Award 2021 di ieri è stato un semi-ritorno alla normalità: dopo una award season tutta digitale, in cui il fascino del red carpet si era perduto, il ritorno al formato live (pur con qualche precauzione del caso) ha dato l’impressione di essere tornati indietro al 2019. Le star americane hanno ovviamente portato alla cerimonia il meglio dei loro outfit con alcuni dei grandi nomi della moda che hanno vestito più di una star: in effetti, Gucci e Louis Vuitton se la battono, e su una base puramente numerica vincerebbe Louis Vuitton, che ha vestito i sette membri del gruppo K-Pop BTS. Per il resto, sorprende la stragrande maggioranza di moda italiana sul red carpet con Versace, Armani e Dolce & Gabbana in testa.

Fra le menzioni d’onore non possono certo mancare anche i due look di Schiapparelli indossati da Beyoncé e Noah Cyrus, le HAIM in full Prada (anche se forse l’involontario vibe da Charles Manson Family poteva essere evitato) come anche D Smoke, sempre in Prada. Grandi emozioni le ha regalate, stranamente, Post Malone che si è presentato sul palco in custom Chrome Hearts e anche Phoebe Bridgers e Jackson Brown in due matching outfit di Thom Browne decorati con scheletri ricamati a ricordarci che con un mood un po’ gotico non si sbaglia mai.

Gucci

Harry Styles
Harry Styles
Finneas
Anderson Paak & Bruno Mars
Billie Eilish
Trevor Noah

La star è ovviamente Harry Styles, in versione giacca e pantalone in velluto con boa di piume e poi sul palco in full leather. Billie Eilish prosegue con la sua linea estetica ma perde il monogram all-over (e fa un upgrade) mentre Finneas e Trevor Noah ci ricordano il range del brand di Alessandro Michele, che rimbalza fra completi rosa in stile vittoriano e classici smoking con grande disinvoltura.

Louis Vuitton

Kaytranada
Kaytranada
BTS
Chintya Erivo
Chloe Bailey
Halle Bailey

Gli outfit maschili della serata sono la dimostrazione della assoluta modernità delle collezioni di Virgil Abloh, mentre il trittico di Cynthia Erivo e Chloe & Halle Bailey è una masterclass di equilibrio fra eleganza classica e glam da tappeto rosso.

Versace

Dua Lipa
Dua Lipa
John Legend
Kevin Parker
Jhené Aiko

Dua Lipa ha spaccato tutto vestita di Atelier Versace e siamo quasi certi che il brand diventerà una presenza sempre più fissa anche agli Oscar. Il vincitore comunque rimane John Legend che i Grammy li ha guardati da casa, in distanziamento sociale, con un accappatoio decorato da teste di Medusa e trigreche accanto all’elegantissima moglie.

Dolce & Gabbana

Megan Thee Stallion
DaBaby
Maren Morris

Megan Thee Stallion ha evocato bene lo spirito eccessivo del brand con un abito sicuramente teatrale – meno bene Maren Morris e Da Baby, in stile pre-diciottesimo.

Armani

Ingrid Andress
Michael Kiwanuka
Kendrick Simpson

Ingrid Andress è la dimostrazione di quanto potenziale abbia Armani Privé come brand di couture a se stante. Gli altri due outfit maschili sono ovviamente dei completi eleganti anche se non convincono in pieno: l’icona soul Michael Kiwanuka sceglie un gessato glitterato e un po’ cadente, Kendrick Simpson invece indovina il sopra ma i pantaloni troppo stretti e la formal shoe senza calzino, con caviglia a vista, non è il massimo della finesse.