nss Christmas Mistery Box

Vedi tutti

Supreme svela la collaborazione con Ben Davis per la FW19

Il marchio simbolo del workwear unisce le forze con il brand di skate

Supreme svela la collaborazione con Ben Davis per la FW19 Il marchio simbolo del workwear unisce le forze con il brand di skate

Da qualche stagione il workwear è diventato uno dei trend più forti e interpretati, declinato sia al maschile sia al femminile. Propost da tutti i più grandi marchi, da Vetements (ricordate la collab con DHL?) a Heron Preston, da Carhatt a Yeezy, da Calvin Klein a Louis Vuitton, boiler suit, salopette, gilet pieni di tasche, cargo pants e giubbotti tecnici sono ormai elementi must have del nostro guardaroba. 

Era inevitabile, quindi, che anche Supreme esplorasse questo stile e presentasse una sua collezione. Il brand ha, infatti, scelto di collaborare con Ben Davis per realizzare una serie di capi dedicati alla stagione FW19. Si tratta di giacche, camicie, jeans, salopette e beanie, un elogio al workwear americano in cui ogni pezzo è caratterizzato da color blocking, strisce hickory e co-branding.  

Perché Supreme ha scelto Ben Davis per la nuova partnership? Il leggendario workwear brand fondato da Ben Davis e suo padre, Simon, nel 1935 a San Francisco, è noto per il suo abbigliamento da lavoro senza tempo e resistente. Popolare durante gli anni ’90 tra i chicano e la cultura giovanile "cholo", ma anche tra i rapper della West Coast come Beastie Boys o Ice Cube che lo menziona nella sua canzone Ghetto Vet e indossa una sua camicia nel video di Frida, accompagna la storia della moda americana da lungo tempo. 

Il nonno di Ben, il sarto Jacob Davis, ha lavorato con il suo fornitore di tessuti, Levi Strauss, per produrre e brevettare pantaloni da lavoro rivettati: i primi blue jeans di sempre. Si racconta che a metà Ottocento Levi Strauss, proprietario dell’omonima azienda di tessuti, la Levi Strauss & Co., fosse un venditore ambulante e  trasportasse la propria mercanzia su un carro, vendendo ai minatori salopetta in tela “de Nîmes”, il futuro denim. Nello stesso periodo, un giorno nel negozio di Jacob Davis, un sarto di origini lettoni, entrò una cliente con in mano un paio di pantaloni malridotti. Jacob ebbe la brillante idea di rinforzare il tessuto con piccoli rivetti per fissare meglio le tasche e rendere l’indumento più resistente. L’uomo che era fornitore di tessuti per Levi Strauss, parlò della sua invenzione con il collaboratore. Nacque così il 20 maggio del 1873 il brevetto del blue jeans, con il marchio Davis e Levi Strauss & Company.

L’intera collezione Supreme x Ben Davis sarà disponibile nei Supreme store di New York, Brooklyn, Los Angeles, Londra, Parigi e online il 12 settembre, mentre in Giappone il 14 settembre.