Un viaggio lungo sei canzoni tra Napoli, la Barona e lo spazio cosmico.
Sabato 9 giugno Liberato si è esibito per la prima volta a Milano, ad un solo mese di distanza dal live 9 MAGGIO sul lungomare di Napoli.

Uè, milane'” sono state le uniche parole pronunciate dall’artista dal palco quando la luna stava iniziando a intravedersi dietro l’enorme fungo metallico del Barrio’s nel cuore quartiere popolare milanese della Barona.
In tre sono saliti sul palco armati di bomber, bandana, cappuccio e Converse One Star accompagnati da un pezzo strumentale sul quale è stata innestata una delle parolacce dall'iconica scena del film Io speriamo che me la cavo.

Oltre seimila fan davanti hanno iniziato a cantare 9 MAGGIO, con cui Liberato ha aperto il live. A seguire sono arrivati tutti i pezzi dell’artista - da GAIOLA PORTAFORTUNA fino a INTOSTREET e JE TE VOGLIO BENE ASSAJE -, arricchiti dalle percussioni elettroniche e dalle basi rimodellate che hanno allargato le canzoni, mutandole senza trasfigurarle.
Durante il live Liberato è riuscito a portare tutti con sé, facendo perdere il pubblico nei giochi di luce circolari dei visual, nei ritmi elettronici e portando l’accento napoletano sulla labbra di tutti i milanesi.

Powered by Converse
Media Partner nss magazine

GRAZIE ASSAJE MILANO

Un post condiviso da LIBERATO (@liberato1926) in data:

53 Altre foto
Sfoglia