Vedi tutti

I Minion hanno salvato il completo elegante?

Un trend TikTok potrebbe aver fatto nascere l'amore tra la Gen Z e il tailoring

I Minion hanno salvato il completo elegante?  Un trend TikTok potrebbe aver fatto nascere l'amore tra la Gen Z e il tailoring

Avete sentito parlare dei Gentleminion? Schiere di giovani ragazzi - l’età oscilla fra i 13 e i 17 anni - che hanno iniziato ad affollare i cinema statunitensi in occasione dell'uscita in sala di Minions 2 - Come Gru diventa cattivissimo con un particolare che rende la vicenda rilevante: tutti i ragazzi in questione, come si vede dai tantissimi TikTok presenti online, si sono presentati nelle sale indossando giacca e cravatta. Una scelta nata con molta probabilità dall'outfit di Gru, l'antieroe protagonista del film, ma anche dal contrasto che può venir fuori dall'idea di andare a vedere un film d'animazione per bambini con quella che, nell'immaginario collettivo, è la divisa dell'uomo adulto. Se inizialmente la stessa Universal aveva ringraziato i Gentleminions per l'affetto dimostrato al film, negli ultimi giorni molti cinema americani hanno iniziato a vietare l'ingresso in sala a chiunque indossasse un completo formale mettendo di fatto un freno a quello che, in modo del tutto inaspettato, era diventato il rapporto più stretto tra la Gen Z e il tailoring. 

@ig.jj_masarati8 Minions rise of alphas #gentleminions original sound - JJ

Tra una pandemia e un'ultima ondata di streetwear, il rapporto della Gen Z con gli abiti elaganti è sempre stato complicato tanto da portare a una ridefinizione della suit stessa, diventata sempre meno formale e sempre più vicina ai bisogni e ai gusti delle nuove generazioni. Ma se solo pochi giorni fa riflettevamo sul ruolo della cravatta, è bastato un gruppo di adolescenti con l'ossessione per Cattivissimo Me a riaccendere una passione che forse aveva solo bisogno dello stimolo giusto. Tra meme e ritorno di fiamma, quella dei Gentleminion è in realtà solo l'ennesima prova di come il cinema, in molti casi, stia sposando sempre di più l'estetica meme per incentivare il pubblico a tornare in sala. L'abbiamo visto con Minions 2 e con molta probabilità lo vedremo con il prossimo film di Barbie, già protagonista di una lunghissima quantità di meme.

Che si tratti di un trend passeggero o di un vero e proprio ritorno del formal, i brand menswear farebbero bene a cogliere la palla al balzo per provare a riavvicinare la Gen Z a un concetto di eleganza che nell'immaginario delle generazioni più giovani appartiene unicamente agli uomini d'affari e ai villain dei film d'animazione. Anche perché, guardando alle collezioni dei designer specializzati nel menswear, l'abito formale continua a essere una delle proposte a cui i creativi non vogliono rinunciare. E i meme, paradossalmente, potrebbero essere una chiave di lettura per avvicinare i giovani a un indumento ritenuto troppo serio e poco divertente.