Classe 1969 Kiwan Leung aka Coolkiwan, è propietario e fondatore di Approved Sneakers, una società di compravendita molto conosciuta all’interno del mondo degli eventi legati alle sneakers. Come tutti gli sneaker fanatic, anche Coolkiwan si è fatto strada nel mondo del resell e del collezionismo grazie ad un grande amore per le sneakers che lo ha portato a conoscere e a confrontarsi con tanti appassionati come lui. 

Quest'anno grazie a KICKIT Kiwan Leung sarà in Italia, a Roma, l'8 aprile 2018 pronto a sorprendere con i suoi rarissimi grail, e perchè no magari con con un Air Max 1 Patta x Parra Burgundy

Restate connessi su nss per conoscere in anteprima tutti gli altri ospiti che saranno presenti l’8 Aprile al KICKIT!

 

#1 Quando e come è nata la tua passione per le sneakers? 

Credo per lo stesso motivo che ha affascinato tutti i ragazzi negli anni '80. Michael Jordan mi ha fatto appassionare alle Jordan e da lì ho iniziato a collezionarle. La Nike Air Jordan 1 Bred! E’ lei la mia preferita di sempre, quella che mi ha fatto innamorare davvero.

 

#2 La prima sneaker che hai acquistato consapevolmente, come, dove e perché?

Coscientemente la Nike Air Epic nel 1990. Avevo visto l'Air Max 90 e l'ho desiderata tantissimo. Ho lavorato per acquistarla tutta l'estate ma alla fine non avevo abbastanza soldi per comprarla così ho optato per la Nike Air Epic.

 

#3 Perché hai deciso di intraprendere il lavoro del reseller? Quali sono i pro e quali i contro?

Tutto è iniziato quando ho avuto così tante sneakers da non poterle tenere tutte nel mio nuovo appartamento. Ho iniziato a vendere un qualcosa tipo 200 paia in modo selvaggio. In molti poi hanno iniziato a chiedermi se ne avevo altre da vendere. Sicuramente è nato tutto dalla voglia di far avere alle persone il proprio grail “hard to find” del cuore. Questo è quello che faccio. Tra i pro sicuramente il lavorare con ciò che mi appassiona. Adoro passare il mio tempo tra le sneakers. Il contro è in realtà lo stesso. Sneakers, sneakers ogni giorno. Selling/buying/trading, e qualche volta è facile attirare un po’ di astio. Ma alla fine l’amore per le scarpe è così grande che mi fa andare avanti.

 

#4 Come è nato Approved Sneakers?

Dopo un po’ di selling/buying/trading in privato, ho deciso di farlo a tempo pieno. Così è nato Approved Sneakers: il web-shop ha fatto sì che non dovessi mandare foto ai possibili acquirenti, rendendo anche più facile trovare i prodotti e poterli ordinare.

 

#5 Come si sta evolvendo il mercato delle sneakers nei Paesi Bassi negli ultimi anni? Cosa ne pensi?

Il mercato olandese è molto hype, influenzato anche dalle marketing strategy dei grandi marchi. Questo è un fenomeno a cui si assiste in tutto il mondo, ma dal momento in cui l’economia nell'Europa occidentale è molto buona, vengono comprate e vendute molte sneakers. Noto che molte persone stanno iniziando anche a rivendere. Spero solo che lo sneakers game continui ad esistere e ad essere alimentato da gente realmente appassionata.

 

 

#6 Cosa ne pensi della scena street e sneakers italiana?

Conosco molti sneakerhead italiani e tutti hanno una caratteristica in comune: passione per le sneakers e per la moda. Ci tengono molto al look, non solo alle scarpe, ma è l’intero outfit che deve essere perfetto. Sono molto curioso di scoprire meglio cosa sta succedendo nelle strade di Roma e in quelle delle altre città italiane.

 

#7 Con che grail ci stupirai al KICKIT?

Porterò con me alcuni bei pezzi. Ho una Jordan 1 “banned” del 2011, una Dunk De La Soul autografata e tante altre chicche interessanti.

 

#8 La tue Top 3 Sneakers di sempre

Jordan 1 bred, Jordan 3 Custom e Jordan 1 Fathers Day.