È un periodo di grandi cambiamenti da LVMH

Dopo Sidney Toledano che ha recentemente detto addio alla sua posizione di CEO di Christian Dior (verrà sostituito dall’attuale amministratore delegato di Fendi Pietro Beccari), tocca ora a Simon Whitehouse lasciare il proprio lavoro da J.W. Anderson.

L’abbandono è previsto alla fine dell’anno e pare scaturito dal desiderio del CEO di cambiare stile di vita, dedicandosi anche ad iniziative benefiche.

Whitehouse, già al lavoro per Matthew Williamson e Diesel, era approdato da Anderson nel giugno del 2014, appena otto mesi dopo che il conglomerato di merci di lusso LVMH aveva acquistato una quota di minoranza del brand, diventando primo amministratore delegato della neonata label.

In soli tre anni il manager è stato determinante per il successo di J. W. Anderson, moltiplicando il suo fatturato ed incentivando nuove partnership con Converse o il colosso giapponese del retail Uniqlo, che ha portato alla creazione di una capsule collection sold out.

LVMH avrebbe già cominciato ad interpellare potenziali candidati alla successione di Whitehouse, ma ancora non c’è nessun nome sicuro.

Restate su nss per sapere i futuri sviluppi.