'8 Ties' è la nuova capsule collection Hermès creata in collaborazione con l'artista che ha fatto dell'arte digital il proprio mezzo d'espressione, Miguel Chevalier.

 

Otto disegni che rivisitano poeticamente l'universo razionale e quadrato del virtuale e dei suoi segni, e che l'artista incorpora a otto cravatte in Heavy Twill, una nuova seta opaca più corposa del consueto twill di seta utilizzato dalla maison: accessori per un business man moderno e updated, un nerd raffinato leggermente sopra le righe.

Apparentemente i pattern non sembrano scostarsi dai classici disegni astratti - pois, righe o quadretti - ma ad un occhio attento i pois diventano on/off, le righe cavetti elettrici e i quadretti chiavette USB.

Una rielaborazione dell'eredità classica del marchio con un twist fresco ed irriverente; soltanto un discreto ma geniale colpo di scena sul retro di ogni cravatta.

 

Non solo moda, ma anche arte: due installazioni di video art saranno in mostra a Milano dal 17 al 27 ottobre 2012, una “wall projection” interattiva ispirata all’opera di Chevalier “Binary Wave” e un libro virtuale interattivo ripreso dal suo “Herbarius 2059". 

Il progetto verrà presentato in anteprima il 16 ottobre.

Nella prima ciascuno degli otto motivi si animerà in un’esplosione spettacolare di colore in cui i movimenti del visitatore guideranno l’azione e la colonna sonora composta appositamente dal musicista Jacopo Baboni Schilingi

La seconda opera, effettivamente un libro incantato, illustrerà in modo imprevedibile i nuovi disegni delle cravatte, accanto a testi metaforici scritti per l'occasione dal filosofo Christine Buci-Glucksmann. 

 

 

'8 Ties' is the new Hermès's capsule collection made in collaboration with Miguel Chevalier, the artist that made digital art his personal way of expression.

 

Eight drawings revisiting poetically the rational and squared universe of virtual and its signs, and that the artist builts into eight Heavy Twill ties: accessories for a modern and updated business man, a smart nerd slightly eccentric.

Apparently they don't seem to be different from the usual astract patterns - dots, stripes and checks - but for a watchful eye they become on/off symbols, electric cables and pendrives.

A particular revision of the classic brand legacy with a fresh and irreverent twist; only with a fair but genial coup de théâtre on the back of each tie.

 

Not only fashion, but also art: two video art installation will be on display in Milan from 17 october 2012 till 27 november 2012, an interactive "wall projection" inspired to Chevalier's "Binary Wave" and a virtual interactive book drawn from his "Herbarius 2059".

10 Altre foto
Sfoglia