Vedi tutti

Tutti i creativi passati dalla DONDA di Kanye West

Da Virgil Abloh fino a Matthew Williams, appena nominato nuovo direttore creativo di Givenchy

Tutti i creativi passati dalla DONDA di Kanye West Da Virgil Abloh fino a Matthew Williams, appena nominato nuovo direttore creativo di Givenchy
Kanye West & Virgil Abloh
Virgil Abloh & Heron Preston
Kanye West & Damon Dash
Kanye West & Matthew Williams
Samuel Ross
Jerry Lorenzo & Alessandro Sartori
Kanye West & Virgil Abloh
Kanye West & Virgil Abloh
Kim Kardashian, Kanye West & Virgil Abloh
Kanye West & Virgil Abloh

Cosa hanno in comune Virgil Abloh, Heron Preston, Matthew Williams e Jerry Lorenzo? Un nome: Kanye West. O forse più di un nome, visto che nell’ultimo decennio quello del rapper, produttore, stilista o più semplicemente creativo di Chicago sembra essere diventato quasi un sinonimo di successo. Non è un caso se nel 2014 proprio Ye cantava Midas Touch, citando la leggenda del re della Frigia che trasformava in oro tutto quello che toccava, creando a distanza di anni un’involontaria continuità con l’evoluzione di Kanye nel mondo della moda.

Il lavoro di Kanye e la sua influenza più o meno diretta nel corso degli ultimi anni sono diventati una delle spinte maggiori per l’ascesa di alcuni dei designer che hanno plasmato il mercato contemporaneo. Oltre ad averlo fatto passare da star sull’orlo della bancarotta a miliardario da 1,3 miliardi di dollari, il “tocco di Kanye” ha benedetto e portato alla ribalta decine di designer gravitati nel suo mondo, dalle amicizie personali fino alla DONDA, la compagnia creativa fondata da West nel 2012 con l’intento di “raccogliere ciò che Steve Jobs aveva lasciato.

Virgil Abloh & Heron Preston
Kanye West & Damon Dash
Kanye West & Matthew Williams
Samuel Ross

Nata come estensione della label G.O.O.D. Music, negli anni ha LA DONDA lavorato agli artwork e al tour design di moltissimi album di Kanye. Una strada diversa rispetto a quella che aveva immaginato West, che voleva DONDA come una “trillion-dollar company” impegnata su diversi fronti: parchi divertimento, videogame, trasporti aerei, auto, alberghi, ristoranti e perfino risorse energetiche alternative. Lo stesso West, secondo TMZ, aveva persino registrato il brand Donda Cosmetics con l’intenzione di lanciare una linea di make-up e profumi, un’idea che in questi giorni sembra essere tornata di moda dopo la notizia di una possibile linea Yeezy Cosmetics.

Nonostante il piano di dominazione del mondo di Kanye non sia andato a buon fine (secondo Gawker Ye faticò a convincere potenziali investitori), DONDA si è trasformata in una vera e propria fabbrica di talenti che, dopo esser passati alla corte di Kanye, si sono ritagliati ognuno il proprio ruolo nell’industria della moda. L’ultimo in ordine di tempo è sicuramente Matthew Williams che, dopo aver fondato e diretto 1017 Alyx 9sm insieme a Luca Benini, è appena stato nominato il nuovo direttore artistico di Givenchy.

Il rapporto tra Williams e West parte nel 2008, quando il designer inglese disegnò il completo indossato da Kanye ai Grammy, arriva fino a Been Trill, il brand fondato da Williams insieme a Virgil Abloh, Heron Preston e Justin Saunders per citarne alcuni. Dei tre Abloh è sicuramente il più celebre, fondatore di Off-White nel 2013 e da marzo del 2018 direttore creativo di Louis Vuitton Menswear; l’amicizia tra Kanye e Virgil è di quelle da romanzo. I due hanno mosso i primi passi nel mondo della moda lavorando come stagisti da Fendi nel 2009 e sono arrivati a quell’iconico abbraccio in lacrime durante la sfilata della prima collezione di Abloh per la maison francese.

Kanye West & Virgil Abloh
Kanye West & Virgil Abloh
Kanye West & Virgil Abloh
Kanye West & Virgil Abloh
Kim Kardashian, Kanye West & Virgil Abloh

Un altro nome che non ha bisogno di presentazioni è quello di Heron Preston; designer, DJ, direttore creativo e tanto altro. Il percorso nella moda di Preston inizia come marketing specialist e social media director per Nike per poi cambiare radicalmente dopo l’incontro con Kanye e il lavoro come Direttore Artistico per due capisaldi della discografia di Ye, Yeezus e The Life of Pablo. Dopo aver curato il merch per il tour Man of the Woods di Justin Timberlake, l’ascesa di Preston avviene durante la sfilata FW19 della Paris Fashion Week, quando l’omonimo brand trova la consacrazione finale.

Del team creativo di Yeezus faceva parte anche Jerry Lorenzo, notato da West e chiamato direttamente alla corte di DONDA. Figlio del giocatore di baseball Jerry Manuel, Lorenzo ha iniziato proprio nel mondo dello sport, lavorando prima come Corporate Sponsorship Manager e poi come Event Manager nei LA Dodgers. Nel 2012 fonda Fear of God, inanellando negli anni una serie di collabo di successo, da Nike a Vans fino all’ultima con Ermenegildo Zegna.

Jerry Lorenzo & Alessandro Sartori

Per rimanere nel mondo della moda, lo stesso Samuel Ross deve parte del suo successo a West. Parte, perché a notare il suo primo brand 2wnt4 fu in realtà Abloh, che decise di portarlo a lavorare prima da Off-White e poi da Yeezy. Nel 2015 Ross fonda A-COLD-WALL*, diventato in poco tempo uno dei brand di riferimento nel mondo street: 1,7 milioni di fatturato nel 2017, oltre 100 stocchisti in tutto il mondo e collaborazioni ormai fisse con Nike e Oakley. Un altro successo del “Tocco di Kanye”, insomma. Un tocco la cui influenza sembra andare oltre West, arrivando fino alle amicizie più comuni. È il caso di Ibn Jasper, il barbiere di West che ha prestato il suo nome alle iconiche LV Jaspers. Nel 2012 ha creato la sua prima sneakers insieme a Diamond Supply Co, mentre sei anni dopo ha lanciato il suo brand Stratica International. Lo scorso anno ha lavorato per Converse al nuovo design delle Pro Leather.

Chi invece con il “tocco di Kanye” è passato dalla musica alla moda è Don C, ex manager ed executive di G.O.O.D. Music e ora fondatore e proprietario del brand Just Don. Nel suo curriculum spiccano due collabo con Jordan, una capsule collection con Nicki Minaj e un lavoro di rebranding su diversi team di NBA, MLS e NHL. Del mondo della musica fa parte anche Damon Dash, l’uomo che ha scoperto e messo sotto contratto Kanye West. Alla corte di Dash e della sua DD172 hanno iniziato anche Salehe Bembury e Cole Haan, per poi approdare a Yeezy. Diventato Head of Sneaker Design di Versus Versace, al momento è Vice President of Sneakers & Men’s Footwear di Versace. Nel suo curriculum spicca una delle sneakers più indossate degli ultimi dodici mesi, le Chain Reaction.