nss Christmas Mistery Box

Vedi tutti

Balenciaga SS18 - Più Demna, meno Cristobal

I contorni del guardaroba di una signora borghese ridisegnati con gusto futurista e street

Balenciaga SS18 - Più Demna, meno Cristobal I contorni del guardaroba di una signora borghese ridisegnati con gusto futurista e street

Dopo aver esplorato lo stile ed i codici della Maison Balenciaga nelle precedenti collezioni, per la SS18 Mr Demna Gvasalia inizia ad introdurre nelle creazioni la propria personale idea di moda.

Ci sono tutti i segreti del successo di Vetements, dai volumi XL, come giacche over e maxibag decorate con lunghissime frange alle sovrapposizioni di tessuti e capi, dal mood futuristico ricreato nelle camicie plastificate alla eco romantica delle stampe floreali a pantaloni e cuissard second-skin con la grafica “screen-savers” ispirata alla natura.

"È la prima stagione in cui ho voluto mettere più Demna in qualche modo" - ha ammesso il designer intervistato da Vogue -  "Sono tornato negli archivi e ho voluto rendere omaggio al DNA e alla metodologia di Cristóbal. Ho voluto che (la collezione) rispecchiasse le cose mi piacciono e quelle che io stimo, mixate".

Potrebbe anche interessarti

Partendo dall’intenzione di ridisegnare i contorni del guardaroba di una signora borghese fondendoli con street e casual, Demna Gvasalia dà vita ad una proposta per la prossima estate perfettamente aderente alla filosofia di ugly beauty che ha contribuito a diffondere negli ultimi anni.

Un esempio? Le "Foam" aka i famosi zoccoli in plastica, nate dalla collaborazione con il marchio Crocs che il designer georgiano declina in una versione con plateau da dieci centimetri in bilico tra raver, kawaii e lolita, in colori candy, decorata con fiori e animaletti tridimensionali.

Un post condiviso da nss mag (@nssmagazine) in data:

La collezione SS18 di Balenciaga  rappresenta un lusso underground, perfettamente aderente al gusto dei Millenials, nel quale ogni capo può nascondere molto più di ciò che emerge al primo sguardo e nulla è come sembra. In quest’ottica, il trench si mescola con la giacca in denim; le felpe, con le maniche annodate, si indossano come scialle; il twin set è ricoperto di stampe; i pantaloni sono patchwork o hanno sopra paesaggi montani o tramonti; i pullover oversized coi bordi in pizzo si portano con gonne fluttuanti; le camicie sono plastificate; alcuni outfit sono metà cappotti e metà vestiti cuciti insieme.

È un caos creativo che conquista e mescola elementi diversi che, insieme, trovano un’insospettabile armonia come il tartan punk che rievoca Mrs Westwood abbinato con i socks boots che raffigurano tramonti o il tweed con gli abiti stampati.