Vedi tutti

Digital Creatives of Colour to Know in Italy - A cocktail celebration

In collaborazione con Camera della Moda, Tamu McPherson e Tia Taylor

Digital Creatives of Colour to Know in Italy - A cocktail celebration
In collaborazione con Camera della Moda, Tamu McPherson e Tia Taylor
Digital Creatives of Colour to Know in Italy - A cocktail celebration In collaborazione con Camera della Moda, Tamu McPherson e Tia Taylor

Già dall'inizio di quest'anno, diversity e inclusiveness sono diventati e continueranno a essere uno dei temi principali che domineranno il dibattito intorno alla moda nel 2020. Ogni brand, agenzia e rivista di moda è responsabile per il rispetto degli standard di diversity per quanto riguarda il proprio personale, i propri target di mercato e, più in generale, la cultura dell'industria a livello globale con l'obiettivo di creare insieme un ambiente di lavoro più inclusivo e culturalmente sensibile.

Tutte le principali città della moda hanno compiuto sforzi e attuato misure per garantire che tutte le proprie operazioni in ogni ambito risultino al passo coi questi standard.

Milano, tuttavia, tra le quattro capitali della moda, è stata la più lenta a evolversi in questo senso. L'industria della moda italiana punta sull'inclusività davanti l'obiettivo, sulle copertine di riviste con modelli di ogni dimensione e razza. Ma i tempi sono maturi perché l'industria rifletta su se stessa e applichi questi valori su una scala più sistematica e ampia, arrivando a coinvolgere tutto il personale del sistema-moda come redattori di riviste, influencer e creativi. Questo non è un cambiamento che avverrà dall'oggi al domani, ma un gesto che richiederà il supporto di tutti i player del settore.

Questo è il motivo per cui l'editor-at-large di nss magazine Jordan Anderson ha recentemente collaborato con Camera Della Moda, il fondatore di All The Pretty Birds Tamu McPherson e la stratega digitale Tia Taylor nella creazione di un'iniziativa per celebrare i molti creativi digitali di colore che esistono in Italia e far ascoltare le loro esperienze individuali. Questa occasione è stata celebrata con un cocktail party ieri sera al Fashion Hub di Camera Della Moda al Museo Della Permanente.

 

L'evento è stato organizzato nel tentativo di creare una piattaforma per questi creativi sottovalutati e offrire loro l'opportunità di collegarsi direttamente con gli addetti ai lavori all'interno dell'industria della moda italiana.