Vedi tutti

Le 10 migliori collaborazioni fra case automobilistiche e brand di moda

Designer al volante

Le 10 migliori collaborazioni fra case automobilistiche e brand di moda Designer al volante

Il settore automotive e il fashion hanno un insospettabile tratto in comune: il concetto di limited edition. Da sempre, infatti, creare edizioni limitate di un particolare prodotto, che si tratti di un capo di abbigliamento o di un'automobile, ne aumenta la desiderabilità, incrementando le vendite e innalzando la brand value nella percezione del consumatore. In alcuni casi, poi, i due mondi collidono, quando particolari automobili, non necessariamente di alta gamma, diventano un accessorio da esibire e da abbinare al proprio abbigliamento o viceversa. In altri casi, invece, brand di moda e case automoblistiche affini per stile o clientela di riferimento collaborano alla realizzazione di edizioni limitate (e a volte uniche) di automobili di lusso.

Di seguito nss magazine ha elencato le 10 migliori collaborazioni fra moda e automotive che hanno prodotto le edizioni limitate più iconiche.

Peugeot 205 Lacoste (1984)

Il legame fra Peugeot ed il mondo del tennis risale al 1984 quando sponsorizzò per la prima volta il Roland Garros, uno dei più importanti tornei di tennis a livello internazionale. Una sponsorizzazione importante che successivamente influì sulla gamma Peugeot. La 205 Lacoste venne quindi proposta con un allestimento speciale caratterizzato da diversi riferimenti al mondo del tennis, come gli adesivi posti nei montanti posteriori che rimandavano alla rete del campo di tennis, mentre il bianco pastello della carrozzeria e dei copriruota con i listelli verde scuro, insieme ai tre coccodrilli, ricordano le famose “chemise” Lacoste. Il sodalizio tra il Coccodrillo e il Leone era celebrato al centro del volante, dove i due loghi si incontrano.

Presentata al grande pubblico nel 1984 ebbe immediatamente successo, tant’è che ne fu replicata la produzione nel 1985 e nel 1986.

Fiat 500C by Gucci (2011)

La Fiat 500, da sempre icona di italianità a livello internazionale, viene presentata in abito da sera firmato Gucci. Personalizzata da Frida Giannini, al tempo creative director del brand, in collaborazione con il Centro Stile Fiat, presenta numerosi accessori e dettagli che ne esaltano stile ed eleganza. All’esterno troviamo il monogram verde-rosso-verde di Gucci impresso longitudinalmente lungo la fiancata della berlina, mentre i cerchi in lega con l'inconfondibile design rétro dei raggi impreziosiscono gli esterni,come anche i coprimozzo griffati con la doppia “G” in tinta carrozzeria e la firma Gucci in corsivo, che campeggia sul portellone posteriore e sul montante porta.

All'interno risaltano i sedili bi-colore in pelle Frau con stampa Gucci monogram ripresa anche sui sedili, sulla cover delle chiavi e sulle cinture di sicurezza.

Maserati Quattroporte Ermenegildo Zegna (2014)

Due eccellenze del Made in Italy si uniscono sapientemente per celebrare i 100 anni di successi di Maserati. Lusso e raffinatezza caratterizzano ogni dettaglio degli interni della Maserati Quattroporte Ermenegildo Zegna. La cura sartoriale di Zegna è presente ovunque: nell’abbinamento di pelle e seta, nelle delicate sfumature di Greige (grigio e beige) degli interni, nelle modanature in radica di noce e cromo brunito, nella targhetta in ottone posta sulla console, su cui campeggia l’insegna “One of 100”.

Mercedes Benz 300 SL BAPE (1996)

Prodotta direttamente dalla AMG, si tratta di una vera e propria re-issue della classica SL 300 “Gullwing” del 1954. Solo 11 esemplari di questo tipo sono stati convertiti.

Il progetto è stato concepito originariamente per il Sultano del Brunei e sei auto gli sono state inviate per essere incluse nella massiccia collezione reale. Il progetto è stato tenuto segreto, ma AMG ha offerto il modello a selezionati a un prezzo superiore a 1.000.000 di euro. AMG si è impegnata a fondo per modernizzare la 'Gullwing' e non ha lasciato nessuna feature del progetto originale, ad eccezione della carrozzeria in acciaio. Le auto sono facilmente identificabili dalle moderne ruote AMG, dai pneumatici a basso profilo, e da una voce profonda grazie al nuovo motore V8. Questa versione particolare è stata costruita su specifica commissione del leggendario Nigo, founder di BAPE. Il suo tocco non passa inosservato: tutta la carrozzeria è caratterizzata dal Camo pattern che contraddistingue il brand di streetwear giapponese. 

Volkswagen Golf GTI adidas (2010)

In questo contesto merita certamente l’appellativo “vera sportiva tedesca”, nata infatti dalla collaborazione di due famosissimi marchi nati in Germania. adidas è stata chiamata a vestire questa particolare edizione sovralimentata di Golf in versione GTI con 211 CV; una delle sportive compatte più di successo in europa sia per prestazioni che longevità.    

Questa particolare Golf adidas è stata declinata sia in versione tre porte che a cinque porte. Lo stile dell’azienda specializzata in abbigliamento e accessori sportivi è stata scelta per gli interni, dal disegno ispirato alle celebri calzature. Le rifiniture sono bicolori, e la pelle dei sedili presenta la classica tripla striscia di Adidas.

Lamborghini Murciélago LP640 Versace (2006)

La Murciélago rappresenta in modo perfetto il cambio di millennio per Lamborghini, che si appresta a presentare la prima vettura sotto la proprietà di Audi. Gli specialisti del programma "Ad Personam" di Lamborghini hanno creato una vettura ricca di dettagli che presenta significative novità nell'abitacolo, grazie al lavoro svolto a stretto contatto con gli stilisti del celebre marchio di moda.

I sedili, la parte inferiore del cruscotto, le portiere, il tettuccio e la console centrale sono rivestiti in raffinata nappa "pieno fiore" lavorata con il tipico motivo "a greca" di Versace. Disponibile in due colorazioni, Isis White e Aldebaran Black, all'esterno si distingue per i cerchi neri "Hermera" appositamente disegnati con finiture specifiche in carbonio e il cofano motore con nervature in vetro trasparente.

Per il lancio Versace ha creato anche una serie di accessori esclusivi per la supercar italiana, inclusi un set di valige, scarpe, guanti da guida e un orologio.

Fiat Panda K-Way (2009)

Colori e funzionalità sono gli aggettivi che meglio descrivono la mitica Panda e i capi antipioggia della K-Way. Questa collaborazione mette in risalto la versatilità e le affinità dei due brand, capaci di conferire a una classica Panda un look giovanile. 

Questa versione fortemente personalizzabile dal cliente propone 20 combinazioni cromatiche: sei tinte di carrozzeria (blu, bianco, nero, rosso, giallo e arancione) abbinabili a calotte degli specchi e coprimozzo in quattro colori (giallo, arancione, blu e titanio). Dentro, i sedili sono rivestiti in tessuto blu ed eco-pelle grigia, con il logo K-Way nella seduta frontale, nella plancia (blu) e nel quadro strumenti.

Land Rover Defender Paul Smith (2016)

Per celebrare l’uscita di produzione dell'iconica Defender, simbolo di un efficiente eleganza inglese senza tempo, lo stilista Paul Smith ha voluto realizzare per sé una versione bespoke.

Nata nel 1948 nel primo dopoguerra, la Defender possiede un background culturale molto variopinto: nel corso della sua storia infatti è stata impiegata nelle più svariate realtà: nelle fattorie, sui monti, ma anche per servizi di primo soccorso, grazie alla sua efficienza su terreni difficili. Per celebrare quest’ anima multicolore, Paul ha inviato al team Special Vehicle Operations di Land Rover una serie di riferimenti colore Pantone, che sono stati poi appositamente miscelati per creare i 27 colori che sono stati utilizzati all'esterno del veicolo. Gli interni sono invece decorati con tessuto Paul Smith Maharam, una pelle nera prodotta appositamente con cuciture blu a contrasto.

Mercedes Benz CLK 500 Cabriolet Armani (2004)

Armani e Mercedes hanno deciso di collaborare nel 2004 a un’edizione limitata della CLK 500, la cabriolet che meglio rappresenta i forti valori comuni ai due brand. La versione firmata dallo stilista italiano è caratterizzata da un'esclusiva verniciatura in una calda tonalità color sabbia con capote in colore coordinato e da alcuni dettagli di carrozzeria ripresi dalle versioni AMG, al fine di conferire alla vettura un'immagine elegante ed allo stesso tempo sportiva. Nell'abitacolo, ampiamente personalizzabile dal cliente, dominano invece pelle e cuoio, in tonalità coordinate con quella della vernice esterna. Spinta da un motore V8, dispone di una potenza massima 306 CV.

Bugatti Chiron Hermès (2019)

L’atelier di Molsheim è specializzato nell accontentare i facoltosi clienti nelle loro richieste di personalizzazione delle hypercar in fase di configurazione e possiamo dire che anche questa volta il risultato non ha deluso le aspettative.

Questa Chiron Hermes è una “one-off”, cioè un’edizione realizzata in un unico esemplare per il magnate immobiliare californiano nonché collezionista di supercar Manny Koshbin. Grande appassionato e conoscitore dei marchi Bugatti ed Hermès, Manny ha spinto a collaborare queste due eccellenze nella realizzazione di un hypercar unica, dove nulla è lasciato al caso. Tappezzerie su misura, dettagli e rifiniture mai viste, tetto in vetro trasparente sono solo alcune delle features che vanno ad impreziosire questo esemplare unico già di per sé non alla portata di tutti.