nss Christmas Mistery Box

Vedi tutti

Kith Park è la migliore collezione mai disegnata da Ronnie Fieg

Incluse le collaborazioni con Versace, Tommy Hilfiger e Greg Lauren

Kith Park è la migliore collezione mai disegnata da Ronnie Fieg  Incluse le collaborazioni con Versace, Tommy Hilfiger e Greg Lauren

Certo non si può accusare Ronnie Fieg di pigrizia o di mancanza d’ispirazione, perché la sua terza collezione, appena presentata durante la NYFW, si può definire mastodontica.

Presso la Duggal Greenhouse a Brooklyn, davanti ad un pubblico che comprende i più grandi nomi dello sport, della musica e della moda come LeBron James, Justin Bieber, Alexandre Arnault, 2 Chainz, Heron Preston e Fabolous vanno in scena quattro distinti idee di moda corrispondenti ad altrettante collezioni: la linea omonima di Kith, una capsule collection con Tommy Hilfiger, una con Greg Lauren e una in collaborazione con Versace. Oltre 120 look, womenswear e menswear insieme, che sottolineano come la moda non sia più legata al tradizionale concetto di stagionalità e come le sfilate siano sempre più spettacoli coinvolgenti. Lo show si apre in un bosco autunnale con le nuove creazioni di Fieg, un tripudio di piumini, tartan, elementi street e sportswear, volumi oversize contrapposti a silhouettes aderenti, sovrapposizioni e worker jackets. Tra i capi proposti spiccano le partnership con Bergdorf Goodman, Columbia e con MASTERMIND Japan.

 

Kith x Tommy Hilfiger 

Sulla passerella, allestita con una serie di librerie, arriva Hailey Baldwin, l’it girl più chiacchierata del momento grazie al fidanzamento con Justin Bieber, e inizia la sezione dello show dedicata alla collaborazione con Tommy Hilfiger. La modella in camicia e cravatta color block accostata a pantaloni cachi tagliati, tutto con stampa all-over, offre il primo sguardo su una proposta fortemente condizionata dall’ “effetto nostalgia” per i classici dello streetwear anni ’90, nata da una rivisitazione dell’immenso archivio dello stilista americano. I capi, tra preppy e streetstyle, dalle felpe alle polo, dai trucker in denim ai giubbotti, sono aggiornati in chiave moderna, con tagli più attuali, co-branding, mantenendo però i colori OG di Hilfiger. La capsule comprende anche calzature: la Hilfiger Athletics Skew Basketball Sneaker, che torna per la prima volta dal 1996, e gli stivali (6" Construct e 40 Below Super Boot) realizzati con Timberland.

 

Kith x Greg Lauren

La musica l'hip-hop che fino a questo momento ha dominato gran parte della colonna sonora, lascia il posto ai Nirvana di Smells Like Teen Spirit, note grunge che rispecchiano la nuova serie di capi ruvidi, tagliati e riassemblati, come una sorta di Frankenstein fashion dal sapore vintage e polveroso e dall’attitude cool. Sono il risultato del lavoro con Greg Lauren, pittore e designer famoso per mixare l'abbigliamento militare e il denim, indumenti ibridi con bordi sfrangiati e dettagli personalizzati, come schizzi di vernice stile Pollock o lettere stampate a blocchi.

Kith x Versace

L’ultimo pezzo di questa mastodontica sfilata è la capsule con Versace. Apre la sezione dedicata alla maison italiana Bella Hadid in reggiseno, shorts da ciclista e piumino cropped, tutto dalla fantasia barocca, mentre chiude la portoghese Sara Sampaio con una variante dello stesso look. Nel mezzo si alternano Lucky Blue Smith e gli altri modelli con blazer grafici, bomber di velluto trapuntati, una giacca da allenatore in pelliccia sintetica decorata con il logo Versace, magliette con scintillanti disegni dorati e la camicia in seta con motivi geometrici.

Una curiosità: il marchio Versace per Fieg ha un valore speciale, è legato alla madre che sognava di possedere un pezzo della label italiana, senza, purtroppo, poterselo permettere.