Ricordate le ciliegine disegnate sulle borse Louis Vuitton?
Non c’è fashion addicted che non lo conosca. Ciò grazie alla creatività, letteralmente pirotecnica, di Takashi Murakami, nato a Tokyo, è un artista, scultore e pittore. Le sue opere ispirate dai temi e dagli stili cari all’iconografia giapponese. La sua arte considerata icona della cultura e della società del Giappone contemporaneo.

Sconfinata è la fantasia di Takashi che non si limita solo alla collaborazione con grandi marchi, tra i clienti anche lo stilista Issey Miyake e la famosa casa automobilistica Nissan.

La sua arte, di voracità incontenibile, coniuga passato e presente, mescola alto e basso, divora i fantasmi della storia (il disastro atomico della seconda guerra mondiale, le bombe di Hiroshima) e li vomita sotto il naso delle nuove generazioni trasformati in gradevoli forme ludiche che ridisegnano l’inferno come un eterno paradiso adolescenziale.
Un genio, un folletto, un malinconico sognatore ? Si sprecano glia ggettivi per descrivere lo "tsunami " nipponico Takashi Murakami, l’artista pop inventore della teoria del Superflat/Superpiatto.  Come dada , rock e pop, è un termine che il guru dell’Impero del Sol Levante, un robusto giovanotto di 49 anni col codino e il pizzetto nero, ha pescato nel cilindro per descrivere la sua arte carente di profondità prospettica, fatta di piani e non di spigoli, di colori gridati e non di sfumature, di colpi di scena e non di profonde emozioni, di creatività occidentale che incrocia tradizione colta del Giappone dei samurai. Arte nobile e arte popolare appassionatamente insieme. Un omaggio alla "piattezza" che trova la sua epitome nei suoi quadri e nelle sue sculture manga (i fumetti), e nelle anime (i film d’animazione).

Takashi in una delle sue ultime interviste afferma : «L' associazione del rosso e del blu con una creatura che per lungo tempo è stata considerata simbolo del destino di ognuno è il tentativo di riaffermare la mia devozione per l' arte: il processo creativo di questi dipinti è stato come un' offerta votiva».
Fino al 15 gennaio 2011 potrete ammirare le favolose opere di Takesky che saranno esposte presso la galleria di Larry Gagosian.


11 Altre foto
Sfoglia