Kanye West è vivo e lotta con noi.

Dopo mesi di auto-esilio fra i monti dello Wyoming per realizzare (secondo alcune voci) quello che potrebbe essere il suo prossimo album, sabato 4 novembre il rapper è apparso a sorpresa durante il concerto di Kid Cudi all’Aragon Ballroom a Chicago.

Insieme i due hanno cantato Father Stretch My Hands, Pt 1. mandando il pubblico in visibilio e abbracciandosi alla fine della canzone.

Quella dello scorso weekend è stata la sua prima apparizione pubblica dopo quasi un anno di assenza; l’ultimo live di Kanye, infatti, risale al 19 novembre 2016 a Sacramento. In quell’occasione l’artista aveva iniziato lo show con 90 minuti di ritardo, si era  esibito per 15 minuti, aveva dichiarato la propria stima a Donald Trump e si era scagliato contro Jay-Z, Beyoncé, Hillary Clinton, Google e Facebook.

Successivamente cancellò il suo Saint Pablo Tour e venne immediatamente ricoverato a Los Angel per esaurimento. 

L’esibizione con Cudi, definito da West “l’artista più influente degli scorsi 10 anni”, lascia sperare in un futuro più felice e in un imminente ritorno sulla scena.