Martedì 9 ottobre, Fabrique di Milano.

Terrence LeVarr Thornton - meglio conosciuto con il nome Pusha T - è tornato a esibirsi in Italia con il suo attesissimo Daytona tour.

L’artista che ormai da più di 20 anni rappresenta il “vero” hip-hop vanta featuring prestigiosi nel corso della sua carriera: dalla partnership con il fratello Clipse, a Pharrell, i Gorillaz, Kendrick Lamar, Kayne West e tanti altri.

Uno degli aspetti più interessanti dell'album è senza alcun dubbio la copertina, una fotografia del 2006 che immortala il bagno disordinato e con resti di droga di Whitney Houston. L'intero album, prodotto da Kanye West, affronta temi riguardanti il degrado del Bronx, i tossicodipendenti, pusher, con l'aggiunta di qualche piccante frecciatina a Mr Drake. 

Partecipare al live di ieri sera a Milano è stato come rivivere l'intera carriera di Pusha T, brani nuovi e vecchi che si sono alternati l'uno dopo l'altra, tra salti, giochi di luce e tanto hip-hop. Il pubblico era letteralmente “hypnotizzato” soprattutto quando l'artista si è abbandonato in una liberatoria performance con Santeria (curiosità: il ritornello di questo brano intonato da 070 Shake è tratto da una preghiera pagana in lingua spagnola).

20 Altre foto
Sfoglia