Vedi tutti

Il lusso nei piccoli gesti di Loro Piana

Il chiosco come metafora di recupero dell’ordinario

Il lusso nei piccoli gesti di Loro Piana Il chiosco come metafora di recupero dell’ordinario

Loro Piana è uno di quei brand che non ha bisogno del chiacchiericcio associato all’impatto estetico di trend appariscenti o a concetti iper complicati per fare parlare di sé. La sua essenza si basa sull’immediatezza dei tessuti, sulla rassicurazione di texture morbide e avvolgenti e sulla lavorazione di materiali immutabilmente eccellenti. L’idea di base è che con il lusso si può creare un dialogo essenziale, fatto di rivestimento, sensazioni e corporeità a trecentosessanta gradi. 

Eppure la narrazione purista di Loro Piana non si ferma agli abiti, ma si estende a gesti e iniziative che si pongono come un’estensione della collezione SS23 del brand italiano - il tema d’ispirazione è quello grand tour italiano, che inizia in Piemonte e fa tappa in Toscana e a Portofino, per poi concludersi alle Isole Eolie, con abiti appositamente disegnati per ogni destinazione. La moda, per sua essenza, è legata al tempo e allo spazio in tutte le sue dimensioni replicabili: passato, presente e futuro si trovano a scorrere lungo i fili e gli intrecci di abiti sempre pronti a raccontare qualcosa di nuovo o recuperare qualcosa di andato perso. Per questa Milan Fashion Week, Loro Piana ha deciso di ricorrere alla metafora del chiosco per esplorare una dimensione comunitaria e genuinamente esperienziale del lusso: lo spazio vetrina in via Borgonuovo 1, i chioschi di fiori tra via Manzoni e via Montenapoleone e quello in Via Palestro si sono trasformati in atelier di ortensie, dove ammirare le creazioni della floral artist Mary Lennox e assistere a composizioni dal vivo, regalate ai passanti.

L’edicola in via dei Giardini ha preso le sembianze, invece, di un piccolo ufficio postale sulla falsariga di una vacanza tra le meraviglie d’Italia e i suoi panorami più iconici. Qui i passanti hanno avuto la possibilità di spedire una serie di cartoline illustrate dagli artisti Emiliano Ponzi, Karolis Strautniekas, Antonietta Marrocchella e David Doran con le località di cinque regioni italiane. L’idea fortemente comunitaria di chiosco e la spontaneità e la delicatezza con cui si raccolgono dei fiori hanno riportato al centro della narrazione di Loro Piana un concetto forse dimenticato: il lusso può esistere anche al di fuori della moda e spesso può vivere di gesti intrinsecamente spontanei. Lontano da tutto quella frenesia che, il più delle volte, scandisce i ritmi frenetici delle nostre giornate.