Vedi tutti

Le Louis Vuitton x Nike Air Force 1 in mostra a New York

Le quarantasette edizioni saranno esposte dal 20 al 31 maggio

Le Louis Vuitton x Nike Air Force 1 in mostra a New York  Le quarantasette edizioni saranno esposte dal 20 al 31 maggio

Dopo aver venduto 200 paia di sneaker a febbraio 2022 tramite un’asta a beneficio del The Virgil Abloh “Post Modern” Scholarship Fund, le Louis Vuitton x Nike Air Force 1 sono ufficialmente pronte per la release. Il brand cult del gruppo LVMH ha inoltre annunciato che, dal 20 al 31 maggio, le 47 edizioni delle Air Force 1 firmate Virgil Abloh saranno esposte per la mostra Louis Vuitton and Nike Air Force by Virgil Abloh a New York, coinvolgendo l’intera città con una serie di installazione artistiche legate all’evento.

La mostra sarà aperta al pubblico nel Greenpoint Terminal Warehouse di New York e, con una contaminazione tra forma fisica e virtuale, racconterà il dialogo creativo tra Nike e Louis Vuitton immaginato dal celebre direttore creativo prima della sua scomparsa. Passeggiando per la mostra, gli ospiti, circondati da statue stampate in 3d simili a quelle costruite da Virgil Abloh, avranno la possibilità di vedere una versione gigante del logo riflessa in un soffitto a specchio.

Il lancio delle sneaker è invece previsto per giugno 2022: 9 edizioni - presentate per la prima volta come parte della collezione SS22 - sono state selezionate per la release in-store. I modelli comprendono il mid-top (2.500 euro) e il low-top (2.000 euro) e saranno disponibili in taglie Nike che vanno dalla misura 3.5 a 18. La release prevede la classica sneaker all-white con il monogram Louis Vuitton in rilievo e una versione in suede nero. A seguire le edizioni bicolore in bianco con dettagli verde, rossi e blu che richiamano l’arcobaleno, motivo chiave del progetto creativo di Virgil Abloh. Ci saranno anche una sneaker oro metallizzata, omaggio alla collezione di debutto del direttore creativo, e infine un’edizione Damier decorata da un motivo graffiti Louis Vuitton creato dall’artista Ghusto Leone.