Vedi tutti

Pitti Immagine cambia le date dell'edizione 2021

Slitta nuovamente l'appuntamento con la moda a Firenze

Pitti Immagine cambia le date dell'edizione 2021  Slitta nuovamente l'appuntamento con la moda a Firenze

Le indiscrezioni si rincorrevano ormai da tempo, e ieri è arrivata la conferma definitiva: Pitti Immagine non si terrà a gennaio, come precedentemente annunciato. I saloni Uomo, Filati e Bimbo avranno invece luogo a febbraio 2021, dal 21 al 23, riportando attività fieristiche ed eventi speciali nel cuore di Firenze, tra Fortezza da Basso e Stazione Leopolda. 

Pitti Immagine era stato uno dei primi grandi eventi della moda italiana ad essere colpito dall'emergenza sanitaria, tanto che si era trovato costretto a cancellare l'edizione estiva di quest'anno. La decisione di far slittare ulteriormente il ritorno dell'evento è stata spiegata dallo stesso Raffaello Napoleone, AD di Pitti, a MFF: "La conferma dello slot di gennaio è diventata molto difficile, visto che l’ultimo decreto posticipa al 3 dicembre la sospensione delle fiere internazionali, senza peraltro avere garanzie che il blocco non venga prorogato". C'era insomma troppo poco tempo per pensare realisticamente di mettere insieme una fiera della portata di Pitti.  

La scelta delle nuove date per l'evento è stata però tutt'altro che casuale. "[...] Abbiamo seguito tre criteri: collocarci in un periodo utile per le campagne vendita; preservare l’identità di ciascuna manifestazione e, al tempo stesso, dare un segnale forte di sistema, sia sul fronte della filiera produttivo-commerciale, che rappresenta un valore specifico della moda italiana, sia su quello del calendario italiano delle presentazioni moda (da qui la decisione dei tre giorni precedenti l’apertura della fashion week di Camera della Moda a Milano)”, ha spiegato Claudio Marenzi, presidente di Pitti. 

Asset strategico in questi mesi in cui l'evento non ha avuto luogo è stata inoltre Connect, piattaforma digitale su cui Pitti ha investito molto e che non perderà la sua rilevanza anche durante i giorni di fiera. "Apriremo in buon anticipo agli espositori la piattaforma digitale Connect, su cui abbiamo lavorato assiduamente in questi ultimi mesi per potenziare la raccolta ordini e ampliare la copertura editoriale. Stiamo organizzando una grande promozione del nostro sistema commerciale online che raggiungerà i migliori buyer di tutto il mondo", ha spiegato sempre Napoleone. 

Vista la situazione la prossima edizione di Pitti Immagine sarà tutt'altro che normale, e non solo per via delle misure di sicurezza necessarie. Innanzitutto per il periodo scelto, la terza settimana di febbraio, in cui la campagna vendita delle collezioni sarà già avanzata, ma soprattutto per la vicinanza con il calendario della FW milanese. Potrebbe tuttavia rivelarsi una soluzione vincente, una sinergia tra gli attori principali del settore moda italiana che andrebbero a rappresentare la simbolica ripartenza di questa industria.