Samir Ayachi è un designer e produttore canadese - nonché co-founder della fashion house Worldwide - con la passione per la tradizione e, non a caso, il suo principale elemento rappresentativo è la macchina da cucire.
"Chi è il creatore?" si chiede. Bene, il suo scopo è proprio quello di esaltare chi si cela dietro i prodotti di consumo, il lavoro manuale e quello dei macchinari, un omaggio a chi 'entra nel fashion system dalla porta posteriore'. Proprio per questo la sua capsule collection Engineer Manual vuole celebrare le macchine e chi a sua volta le mette in moto attraverso la creatività e la passione.
 
Scoprite con noi una delle figure chiave della moda Made in Montreal.
 
 
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 0
Samir Ayachi

 

#1 Senza dubbio il concetto di "macchina" si posiziona come una nuova frontiera per i giovani che entrano nel mondo della moda. Qual è la tua opinione su questo argomento? 

Hai assolutamente ragione, per i giovani designer di oggi la possibilità di poter imparere di più su ciò che si cela dietro la macchina da cucire è senza dubbio una questione importantissima, specialmente perchè apre le porte a una serie di domande su cosa siano davvero i "brand" - senza contare la questione filosofica di chi sia davvero il "creatore". Quando si tratta di branding, ho sempre questa domanda fissa nella mia mente... In un certo senso sono entrato nel mondo della moda dalla porta di servizio: appena arrivato in Canada il mio primo lavoro consisteva nell'estrarre rotoli di tessuti dai camion per un produttore e, lentamente, ho imparato a riparare le macchine, a conoscere le loro funzioni e differenziare i vari tessuti, prima ancora di impararne le produzioni vere e proprie. Non ho avuto la possibilità di andare a scuola e studiare questi meccanismi.

#2 Secondo te, qual è il futuro delle macchine? Qual è il loro posto nel settore della moda?

Penso che il futuro della macchina da cucire andrà sempre più ad avvicinarsi alle esigenze dei vari designer. Sono l'elemento chiave del settore dell'abbigliamento anche se ora, rispetto a un decennio fa, viviamo in un'era dove il DIY è più forte per via della maggior reperibilità delle risorse (conoscenza, macchine, materiali, tutorial, editoria) anche se, naturalmente, c'è un interesse maggiore da parte dei designer indipendenti verso questo tipo di apprendimento "autodidatta". Mi piace dire che stiamo entrando in quella che io chiamo, "l'era d'oro del custom". Per un cliente ottenere indumenti personalizzati, anche sul momento, non è mai stato così facile e questo è un fenomeno che può solo che crescere.  

#3 Quali pensi siano le maggiori difficoltà del lavorare nelle fabbriche al giorno d'oggi? Ogni giorno ci sono sempre più notizie sulle condizioni di lavoro disastrose per chi ci lavora...

Questa è una questione importante, grazie per avermelo chiesto.
Ci sono grandi sfide da superare e molte cose a cui ancora si deve dare un nome ed una di queste è il price point di produzione imposto dalle grandi aziende, che spesso a causa dei costi necessari per rispettarlo coincide con i luoghi in cui sono presenti pessime condizioni di lavoro. È come una corda invisibile intorno al collo che sai che ti soffocherà se non accetti il prezzo... fidatevi, conosco quella sensazione.

#4 Recentemente hai realizzato una capsule, The Engineer Manual, quali sono le ispirazioni dietro questa collezione?

Come ti dicevo, ho questa domanda ricorrente cui non riesco a non pensare, proprio per via di ciò che faccio, ed è "Chi è il creatore?". Questa capsule è un tributo alle macchine, in un certo senso rende omaggio ai veri "creatori": i macchinari che, fondamentalmente, realizzano il 99% dei capi che esistono sulla terra. Penso che le persone dovrebbero pensare di più all'indumento e a chi lo ha fatto. 

#5 Parlaci dell'idea del lookbook, chi sono le persone ritratte e cosa volevi rappresentare?

L'idea era semplice: questa capsule è incentrata su quelli che sono i creatori all'interno settore, gli "ingegneri manuali" della prossima generazione. Ad essere onesti, non pensavo fosse giusto scattare in uno studio al coperto o in un set, volevo condividere una storia, quella dietro alla realizzazione dei capi d'abbigliamento, e le persone ritratte sono persone con cui lavoro e interagisco ogni giorno, sono persone vere.
Insieme rappresentano ciò che viene definito lo "schmatta business", quelle radici del settore e dell'industria tessile che mi rifiuto di credere in declino.

 

Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 5
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 9
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 8
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 7
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 6
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 4
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 3
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 2
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 1
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 0
The 'Engineer Manual' Lookbook
Intervista a Samir Ayachi Una riflessione sul branding e il ruolo delle macchine nel contemporary fashion con il  giovane designer e produttore canadese | Image 10
The 'Engineer Manual' Lookbook

The Engineer Manual capsule is available now on Worldwide
photography by Lionel Pierron courtesy of the designer