Scrollando Instagram è facile imbattersi in profili creativi che propongono custom, disegni o render 3D di sneaker. Meno comune è invece trovare scultori di scarpe, ancor di più se in miniatura, come quelle realizzate da Claudio Sciortino aka @oneshortie.
Siamo rimasti sorpresi dalla capacità di questo artista di ridurre in scala alcune delle più famose sneaker al mondo, come la Nike MAG Back to the Future o la Jordan 1 Chicago x Off-White, senza rinunciare a tutti i più microscopici dettagli. I modellini realizzati da Claudio prevedono un' abilità tecnica e una conoscenza dei materiali notevole e proprio per questo, curiosi di scoprire qualcosa in più rispetto ai materiali utilizzati e alle ispirazioni dietro alle sue miniature, abbiamo fatto qualche domanda direttamente a chi le realizza.
 
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 0
 
 

#1 Chi è Claudio Sciortino?

Mi chiamo Claudio e ho 23 anni, sono pugliese ma vivo a Milano da qualche anno, città in cui ho potuto studiare e interessarmi al mondo del design, continuando a coltivare la mia passione per la creazione di modellini. Unendo questi miei due grandi interessi, negli ultimi mesi ho avviato un progetto personale che vede come soggetti delle mie creazioni proprio le sneaker.  

 

#2 Da dove nasce la passione per la scultura?

Fin da piccolo andavo pazzo per le miniature, realizzavo intere città utilizzando cartoncino e nastro adesivo. Mi è sempre piaciuto disegnare ma ero molto più felice quando riuscivo a dare una forma tridimensionale alla mia immaginazione.

 

#3 Perché hai scelto di realizzare proprio le sneaker?

Prima di trasferirmi a Milano, non avrei mai immaginato ci fosse un mondo dietro le sneaker. La prima scarpa che ho realizzato è stato un modello di Nike Air Jordan VI che ho regalato ad un mio grande amico, colui che mi ha fatto appassionare alla cultura Hip Hop. Le sneaker mi affascinano perché sono degli oggetti di design incredibili, un concentrato di stile e fantasia, riprodurle è un modo per rendere omaggio a quel fenomeno culturale e mediatico esploso negli ultimi anni.

Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 2

 

#4 Quali materiali usi e quanto tempo impieghi per un singolo pezzo?

Per le sneakers utilizzo principalmente l’EVA (Etilene Vinil Acetato ndr), un materiale morbido ed elastico. Per la base mi aiuto con il cartoncino mentre per i dettagli impiego i materiali più svariati, scegliendo tra quelli che mi aiutano di più a rendere l'effetto desiderato. Non faccio molto caso al tempo che impiego, direi in media una ventina di ore, tutto dipende dalla difficoltà nel definire i vari ritagli. Quando lavoro entro nel mio mondo, mi sistemo sulla scrivania e ascolto tanta musica. 

 

#5 Quanto è importante per i tuoi lavori l'attenzione ai dettagli?

I dettagli sono in assoluto la parte che mi diverte di più. In generale cerco di rendere i miei modellini quanto più realistici possibile, quindi scelgo i materiali che si prestano meglio. Per i particolari posso arrivare a maneggiare anche pezzetti millimetrici. 

Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 4
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 3
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 2
 

 

#6 Quali sono i tuoi modelli di sneaker preferiti?

Sono un grande fan di Tinker Hatfield e dei suoi progetti. Sono molto incuriosito dal modo in cui combina colori ed elementi, anche totalmente sconnessi dal mondo sportivo, per dar vita a pezzi unici nel suo genere. A giugno infatti, è in programma la mia prima mostra, nella quale esporrò le miniature dei 10 modelli di Air Jordan da lui disegnati. 

Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 6
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 8
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 5
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 7
 

 

#7 Da quanto tempo fai sculture e quante opere hai realizzato fino ad ora?

Una volta al Liceo ho partecipato ad un progetto per il quale ho realizzato le miniature di alcuni monumenti architettonici. Ho sempre amato viaggiare e molte di quelle opere le avevo visti dal vivo, perciò mi è venuto il desiderio di ricrearli con le mie mani. Ho cominciato poi a ridurre la scala, per curare con sempre maggior precisione i dettagli. Fino ad ora ho realizzato una cinquantina di sculture, riproducendo soggetti sempre diversi, la mia preferita è la riproduzione di una Ferrari F14.

Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 1
 

 

#8 A quale modello stai lavorando e quale invece uno di quelli che prima o poi vorrai assolutamente realizzare?

Adesso, oltre alle Air Jordan, sto provando ad abbozzare le statuette di alcuni personaggi legati al mondo della musica. Mi piacerebbe cominciare da Kanye West ed affiancargli le Air Yeezy 2 Pure Platinum, scarpa che oltre a voler realizzare, indosserei molto volentieri!

 

#9 Dove è possibile vedere i tuoi lavori? 

Ho da poco aggiornato il mio profilo instagram (@oneshortie) con le mie ultime creazioni, e ritengo che questo sia  un punto di partenza di questa mia nuova avventura. Continuerò a postare anche i video dei processi di realizzazione insieme a tante altre novità. Vi aspetto!

Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 0
Le sneaker in miniatura di @oneshortie Abbiamo fatto qualche domanda allo scultore di sneaker Claudio Sciortino | Image 1