Vedi tutti

Al Pitti Uomo torna S|Style sustainable style

La quarta edizione del progetto dedicato al menswear sostenibile

Al Pitti Uomo torna S|Style sustainable style La quarta edizione del progetto dedicato al menswear sostenibile
Waste Yarn Project ph. Mattia Guolo
Curios Grid Umoja ph. Mattia Guolo
Figure Decorative ph. Mattia Guolo
Junk ph. Mattia Guolo
Ksenia Schnaider ph. Mattia Guolo
Maxime ph. Mattia Guolo
Npalmer ph. Mattia Guolo
Philip Huang ph. Mattia Guolo
Provincia ph. Mattia Guolo
Waste Yarn Project ph. Mattia Guolo

A Pitti Uomo dall'11 al 13 gennaio è tornata in scena una nuova edizione di S|Style sustainable style, il progetto nato nel 2020 in piena pandemia per colmare l’esigenza culturale, sociale e di mercato nel parlare, far scoprire e raccontare un nuovo moda di concepire collezioni e stagionalità. In Fortezza, in un’area speciale al Piano Terra del Padiglione Centrale, Giorgia Cantarini, fashion journalist e curatrice del progetto, ha presentato una selezione di 10 brand che creano e producono seguendo criteri di responsabilità, inaugurando anche un nuovo capitolo della collaborazione, ormai fissa, tra Rinascente e Pitti Immagine, con i 10 brand protagonisti delle vetrine dello store per tutta la settimana del salone con una serie di scatti realizzati dal fotografo Mattia Guolo.

Waste Yarn Project ph. Mattia Guolo
Figure Decorative ph. Mattia Guolo
Junk ph. Mattia Guolo
Ksenia Schnaider ph. Mattia Guolo
Maxime ph. Mattia Guolo
Waste Yarn Project ph. Mattia Guolo
Provincia ph. Mattia Guolo
Philip Huang ph. Mattia Guolo
Npalmer ph. Mattia Guolo
Curios Grid Umoja ph. Mattia Guolo

S|Style è uno dei progetti realizzati grazie alla collaborazione di Pitti Immagine con UniCredit, incentrata su sostenibilità e innovazione, i cui principi base si possono riassume in 3 R (riciclare, riutilizzare, reinventare): riciclare ciò che si ha, riutilizzarlo nelle collezioni, reinventare i capi o gli accessori creativamente. I brand sono stati selezionati sulla base di questi criteri e tramite uno scouting dalla forte impronta internazionale e inclusiva, con una presenza significativa di designer donne alla guida di label maschili che virano anche sul genderless. 

Tra i 10 brand protagonisti al Padiglione  Ksenia Schnaider che smonta e rimonta patchwork di felpe, cardigan e denim per il look est-europeo tanto amato dalle sorelle Hadid, N Palmer che sfrutta pezzi rigenerati e tessuti vintage per un’esplosione di stampe e colori verso i confini del genderless, Provincia, guidato dalla designer Serena Novello, punta sull’abbigliamento a-gender con completi tra formale e workwear, Umoja che propone sneakers minimal e materiali certificati organici, per vibe dalle radici africane e destinazione contemporanea. Brand che si sono distinti per aver unito creatività ed innovazione e per aver reso il futuro del pianeta protagonista del loro modo di intendere e produrre abbigliamento.