nss Christmas Mistery Box

Browse all

Top 10 Coreografie nel calcio

Le curve piu' calde degli stadi

Top 10 Coreografie nel calcio Le curve piu' calde degli stadi

“Il dodicesimo uomo in campo”. E’ con questa frase che, notoriamente, si definiscono le ‘Curve’ più calde degli stadi di calcio. Un appassionato di questo sport non può definirsi tale se non ha vissuto, almeno una volta nella vita,  90 minuti sulle gradinate del settore più ‘popolare’.

La curva è un luogo dove, inutile negarlo, si respira a pieno l’atmosfera di una partita di calcio. Attraverso i cori di incitamento e le coreografie, il pubblico diventa parte integrante di uno spettacolo denso di colori e rumori assordanti, una cornice magica che inietta ancor più adrenalina nei 22 calciatori in campo. Prima delle partite più importanti, dei match più sentiti, insomma, delle sfide che possono valere una intera stagione, è usanza delle tifoserie inscenare una coreografia che carichi al massimo i propri beniamini al momento del loro ingresso sul rettangolo di gioco; la fantasia e finanche l’abilità artistica di alcuni supporters hanno permesso la visione di alcune “scenografie da stadio” mozzafiato e, di seguito, vi mostreremo la TOP 10 relativa alle coreografie più belle apparse negli stadi del mondo. 

10. Feneerbache  

La coreografia ideata dai tifosi del club  turco del Fenerbache in occasione della semifinale di Europa League contro il Benfica rappresenta un aereo in fase di decollo alla volta di Amsterdam, sede della finale dello scorso anno.  Lo striscione in cui si legge "Fly high to the glory" completa ottimamente questa coreografia molto ben fatta. 

9. Real Madrid

Mette a dir poco in soggezione questa gigantografia di Alfredo Di Stefano apparsa allo stadio Bernabeu prima di un "classico" contro il Barcellona. Di Stefano rappresenta uno dei calciatori più forti della storia del calcio e la coreografia degli ultras delle Merengues rende perfettamente omaggio alla grandezza di questo campione che ha  indossato la maglia numero 9 dei Blancos.

8. Borussia Dortmund 

In questa "Top 10" non poteva mancare l’imponente "muro giallo" che riempie la curva dell’Iduna Stadium di Dortmund, casa del Borussia. Grazie alla grande capienza di questo settore (ben 20.000 posti), la frangia più calda della tifoseria del Borussia ha a disposizione un’ampia superficie che gli permette di dare spettacolo con le sue coreografie. La foto si riferisce al pre partita di Borussia D.-Manchester City dello scorso anno e mostra una corona da Re (disegnata perfettamente nei minimi dettagli) che campeggia sulla curva colorata di giallo e nero. Lo striscione alla base (“Zuruck in der Konigklasse”) significa “Ritorno nella classe dei Re”. 

7. River Plate 

Ci trasferiamo in Argentina e, più precisamente, nel mitico stadio "Monumental" di Buenos Aires, dove gioca il glorioso River Plate.  La curva dei ‘Millionarios’ ha dato luogo ad una coreografia mozzafiato grazie ad un mega striscione esposto prima del Superclasico contro il Boca Juniors.  Un drappo alto una ventina di metri e lungo almeno 60 in cui vi è il nome completo del club (Club Atletico River Plate) e l’anno di fondazione (25/05/1901).

 

6. Celtic Glasgow 

Entriamo in un altro tempio del calcio europeo, ovvero il Celtic Park di Glasgow. In questa coreografia non è protagonista una sola curva, ma tutto lo stadio. A farla da padrone sono i colori sociali del club, il bianco e il verde; una base su cui spicca l’originale “Croce Celtica” scozzese (uno dei simboli del club) in una curva, mentre, nella tribuna, è ben visibile il nome del club e la data della sua fondazione. Questo splendido spettacolo è andato in scena prima di un Celtic-Barça della scorsa Champions League, gara in cui i padroni di casa hanno ottenuto una storica vittoria per 2 a 1. 

5. Bayern Monaco 

Si torna nuovamente in Germania. Questa volta, però, è la curva dell’Allianz Arena ad esser protagonista. I tifosi del Bayern, prima di una partita di Champions contro il Napoli, hanno voluto rappresentare la cartina dell’Europa colorata di rosso e bianco (i colori sociali del club); su di essa  sono presenti  quattro cartelli con su scritti i nomi delle città protagoniste del girone di Champions in cui erano impegnati i tedesci due anni fa (ovvero Napoli, Villarreal, Manchester e, naturalmente, Monaco di Baviera). Al centro della curva è rappresentata proprio l’Allianz Arena, sede, in quella edizione, della finale. Alla base di questa stupenda scenografia, uno striscione esplicativo di quanto i tifosi volessero giocare e conquistare la Coppa Campioni nel proprio stadio: “Chi vuole tornare a casa, deve compiere la propria strada!”

 

4. Paris Saint Germain

Anche la Francia è degnamente rappresentata in questa classifica delle migliori dieci coreografie da stadio grazie alle capacità artistiche e all’inventiva dei tifosi del Psg. La coreografia a cui si riferisce la foto risale alla stagione 2005/06, quando gli ultras parigini ‘Supras  Auteil’ festeggiarono i quindici anni dalla fondazione del loro gruppo con una splendida scenografia effettuata prima della gara casalinga contro il Bordeaux. Stilisticamente perfette le rappresentazioni  grafiche del ‘papero’ (simbolo del gruppo ultras), dello stadio e dei monumenti più importanti di Parigi, tra cui spiccano la Torre Eiffel, Notre Dame e l’Arco di Trionfo. 

3. Milan 

Entriamo nella ‘top three’ e, sul gradino più basso del podio, troviamo la coreografia ideata dalla Curva Sud del Milan. Il tifo rossonero, così come quello degli acerrimi rivali dell’Inter, dà il meglio di sé in occasione dei ‘derby della Madonnina’ e questa foto ne è la testimonianza. La coreografia in questione risale allo scorso anno e vede un ‘diavolo’ vestito con la divisa del Milan stringere in una mano un ‘tridente’ e nell’altra un serpente, animale simbolo dell’Inter. I colori vivaci e i disegni perfettamente realizzati  fanno di questa scenografia da stadio una delle più belle mai viste in uno Italia e nel mondo. Le frasi “Sota a mi se viv la vita, se sta mai cui man in man” rievocano uno stralcio di ‘O mia bella Madunina’,  nota canzona rappresentativa della città di Milano. 

2. Inter 

Come accennato in precedenza, i derby tra Milan e Inter riservano coreografie fantastiche, imponenti; è il caso della scenografia mostrata dalla Curva Nord dell’Inter nel derby di ritorno di due stagioni fa. In questo caso è la ‘Madunina’ dorata che staziona sulla cima del Duomo del capoluogo lombardo ad esser  protagonista; la gigantografia rispecchia fedelmente i particolari estetici della statua originale e, inoltre, i drappi degli striscioni posti nel primo e nel terzo anello combaciano minuziosamente con i cartoncini tenuti in mano dagli spettatori. Anche in questo caso viene ripresa una frase della celebre canzone ‘O mia bella Madunina’ (‘ti te dominet Milan’).

1. Galatasaray

Arriviamo alla posizione numero 1, ovvero la coreografia più spettacolare mai vista in uno stadio di calcio secondo Nss.com; abbiamo scelto la scenografia  in ‘3D’ ideata ed effettuata dalla curva del Galatasaray in onore dell’allenatore Fatih Terim. E’ il 26 febbraio del 2012 e il club turco allenato dall’Imperatore Terim gioca in casa contro il Besiktas, un derby sentitissimo a Istanbul. In quell’occasione i tifosi giallorossi vollero omaggiare il loro tecnico realizzando una gigantografia di pregevolissima fattura che vede Terim indicare (idealmente) la strada per il successo ai propri calciatori. Lo striscione esposto, infine, recita: “Camminate a testa alta”. Per la prima volta in uno stadio si è potuto ammirare un tale spettacolo a livello coreografico, un vero e proprio ‘show’ da brividi che merita assolutamente il titolo di miglior coreografia mai vista in uno stadio di calcio.