1. Come nascono gli Ackeejuice Rockers?

Prima di essere Ackeejuice Rockers, eravamo King P ed Ali Selecta, due amici, due appassionati di musica, due dj, due esteti, due insoddisfatti cronici ricercatori di novità. Cinque anni fa abbiamo deciso di creare questo progetto perché sentivamo la necessità di esprimere tutto quello che avevamo raccolto in più di 10 anni di individuali esperienze musicali, che ci hanno fatto conoscere ed approfondire, generi diversi come l'Hip Hop, la Dancehall, il Soul ma anche il Metal e l'House. Inizialmente la nostra esigenza era quella di proporre un dj set che valorizzasse quei nuovi e da noi apprezzati generi che non sentivamo mai suonare nei party, una selezione musicale che mirava a coinvolgere in un modo più caldo e variopinto la gente nel club. Dopo qualche anno è arrivata l'inevitabile voglia di dare, alla persone che ci seguivano, un suono che non fosse solamente il frutto della nostra ricerca tra i vari fenomeni musicali, ma che fosse il risultato diretto del nostro modo di intendere la musica. Sono nate in quel periodo le nostre prime produzioni. 

 

2. Come è arrivata la proposta di collaborazione per la track “Guilt Trip” presente nel nuovo album di Kanye West?

Tutto è nato casualmente, all'improvviso come nelle migliori fiabe. Kanye era in Italia e stava visitando gli stabilimenti di Diesel che si trovano poco lontano da dove abitiamo. La ragazza di uno di noi due lavora li e quando ci ha fatto sapere che uno tra i più importanti artisti americani di questo momento avrebbe avuto un colloquio con lei, non abbiamo esitato nel darle un cd demo da consegnare al Big. Evidentemente il demo è stato ascoltato ed apprezzato perché dopo qualche giorno dalla consegna, una mail ci comunicava che Mr.West ci voleva conoscere al più presto. E così è successo, lo abbiamo conosciuto a Parigi, nel suo appartamento la domenica successiva, dopo soli due giorni dall’invito via mail, li ci ha comunicato che voleva collaborare con noi ad un progetto che di lì a poco avremmo capito essere il nuovo disco, YEEZUS.

3. Kanye West e Kid Cudi insieme cantono un brano, nel quale c’è anche la vostra mano. Che effetto fa?

Veniamo spesso fraintesi quando comunichiamo alle persone che per noi è tutto normale o quando rendiamo pubblico il fatto che non siamo esageratamente sorpresi. La sorte ci ha portati ad incontrare Kanye West, un artista che è sempre stato uno dei nostri riferimenti musicali, un cantante e produttore che stimiamo e consideriamo geniale. Vedere il nostro nome accanto al suo e a quello di Kid Cudi, altro artista formidabile, ci rende orgogliosi e felici ma decisamente non stupiti. Abbiamo sempre lavorato sodo perchè cose come queste potessero accadere e anche quando eravamo completamente sconosciuti o conosciuti abbastanza da essere fortemente criticati, abbiamo sempre creduto nelle nostre possibilità e nella nostra capacità di poter arrivare a qualche cosa di "grosso". Chi ci conosce ma soprattutto i nostri haters, ve lo possono confermare. L’atteggiamento molto deciso che abbiamo avuto nel puntare in alto, non accontentandosi dei mezzi risultati può sembrare arroganza, in realtà la nostra è pura e semplice convinzione di avere qualcosa da dare alla musica con la consapevolezza di chi sente di potersi impegnare con tutto sè stesso a questo scopo.

4. Non credete che questo genere di musica in Italia sia un po’ soffocato?

Si, le novità in genere in Italia vengono soffocate e purtroppo il nostro paese con la musica preferisce non rischiare. Spesso è più facile criticare i nuovi generi anziché fermarsi e provare a capire se c'è del buono. Sembra che se non fai musica che la gente può capire subito, non vendi e questo è molto triste ma non siamo pessimisti, aldilà di tutte le critiche che si fanno quotidianamente ai giovani, crediamo che ci siano persone molto più aperte e curiose oggi che dieci anni fa. L'integrazione sociale, culturale e razziale ci stanno pian piano portando al pari di altre Nazioni che in questo momento storico sono molto più aperte di noi, speriamo che la crisi no soffochi questo sviluppo.

5. C’è qualcosa in cantiere? Possiamo appuntare già qualche data?

Sono appena usciti due remix ufficiali per due artisti Italiani che stimiamo, stiamo parlando di Mondo Marcio e Marracash e i pezzi sono ‘Sempre in Serata’ e ‘La Tipa del Tipo’, non escludiamo altre collaborazioni con loro. Sempre per quanto riguarda le produzioni, uscirà un nostro pezzo su Top Billin, importante etichetta europea rivolta al mondo del clubbing. In questi giorni siamo stati contattati da alcuni importanti artisti e label internazionali, ma non potendo entrare nei dettagli i curiosi dovranno aspettare ancora qualche settimana per sapere di che si tratta. Sul fronte date invece, siamo appena rientrati dal Fusion Festival, imponente festival musicale di musica elettronica che si svolge una volta l'anno in Germania vicino a Berlino. Abbiamo suonato in uno degli stage più suggestivi di questa edizione il "Salon De Baile". Dovremmo tornare in Germania a breve per un mini tour di fine estate, mentre a cavallo tra la fine del 2013 ed inizio 2014 si svolgerà il nostro nuovo USA tour. La novità per quanto riguarda il gruppo è che già dalle prossime date, avremo il piacere di integrare nel progetto il singer italiano Attila, reduce dall'ultimo tour italiano di Marracash. La figura del singer ci permetterà di avere un'impostazione più "dancehall style" a metà strada tra un dj set ed un live. Tra tutti questi impegni sta pian piano prendendo forma il nostro primo album, abbiamo già le idee chiare su che "anima" avrà e su chi vogliamo far partecipare.

6. Un saluto alla redazione nssmag

Ciao a tutti, seguite e supportate Ackeejuice Rockers, farà bene al vostro karma.

 
5 More photos
Snoop