Browse all

Il ritorno di Liberato con un nuovo disco

Liberato canta ancora

Il ritorno di Liberato con un nuovo disco  Liberato canta ancora

Non è 9 Maggio senza Liberato, questa è ormai una delle poche certezze che ci siamo portati negli anni. E anche se questa volta i fan hanno dovuto aspettare qualche ora in più, alla mezzanotte di ieri l'artista dall'identità sconosciuta è tornato ad animare la scena musicale in vista dell'estate con un nuovo album, LIBERATO II.

Ancora una volta la protagonista è Napoli e la cultura partenopea in generale, qui esplorata attraverso una serie di video in cui figurano alcuni personaggi topici come il Monaciello. Grande ritorno alla regia per Francesco Lettieri, storico collaboratore di Liberato, che dopo essersi assentato per le riprese del film Lover Boy - durante le quali era stato sostituito da Enea Colombi per il video di E TE VENG’ A PIGLIÀ - torna con le sue atmosfere liriche a trasporre in frame l'immaginario sonoro del cantante. 

Il fenomeno di Liberato ha un appeal difficile da spiegare, un progetto discografico studiato nei minimi dettagli che unisce diversi linguaggi espressivi: la musica, che può essere di volta in volta o tutta insieme urban, pop, neomelodica e dance, che unisce in uno strano successo Nino D'Angelo e Drake; il cinema, con i riferimenti ai simboli geografici, culturali e calcistici di Napoli; infine la comunicazione, fatta di marketing e branding, che scommette sull’anonimato, oltre a simboli come quella rosa in copertina rubata a Shlohmo. Sonorità internazionali e “meticce” e strofe in lingue diverse: un mix unico nel suo genere che ha generato un successo che dura dal 9 maggio del 2017 e che, ogni anno puntuale, si riconferma.