Browse all

Liberato - Il testo e il significato di NIENTE

Una delle 5 ultime tracce di Liberato

Liberato - Il testo e il significato di NIENTE  Una delle 5 ultime tracce di Liberato

Dopo tanta attesa, finalmente Liberato ha cantato ancora! 
E lo ha fatto ovviamente il 9 MAGGIO con Capri Rendez-Vouz, un vero e proprio corto musicale in 5 parti che contiene le 5 nuove canzoni che completano il primo album dell'artista napoletano. 

Abbiamo deciso di portarvi alla scoperta delle nuove tracce di Liberato, una per una, con un b2b napoletano/italiano. Abbiamo deciso di iniziare dalla canzone che chiude il viaggio in questa storia d'amore impossibile tra Carmine e Mariè perché si sa, per noi napoletani nessuna storia d'amore finisce davvero ma continua a viverci dentro a dispetto del tempo. 

 

 

NIENTE NIENTE

Quann t'agg incuntrat

Faciv a sciantosa

Nun o sapiv maij

vuo truvann coccos

Nu cor nu vestit

na not nu ciore

Quann t agg incutrat

nun sapiv l'ammore

E stamm ancor cca

ca collera 'mpietto

Cu tant e chillu scuorn 

Quann' stamm int o liett

Novembre nun perdon

ma Maggio è na croc'

Amm cantant tropp

nun tenimm cchiu voc

Stamm ancor cca

ca collera 'mpietto

Na vogl e t vre

ca nun ten rispett

Quand t'agg incuntrat

Faciv a sciantosa

Nun o sapiv maij

vuo truvann coccos

 

Quando ti ho incontrato

Facevi la stupida con tutti

Non potevi saperlo

volevi trovare qualcosa

Un cuore un vestito

una nota un fiore

Quando ti ho incontrato

non sapevi cos'era l'amore

E siamo ancora qui

con la rabbia dentro

Con tanta vergogna 

Quando siamo a letto insieme

Novembre non perdona

ma maggio è una pena

Abbiamo cantato troppo

non abbiamo più voce

Siamo ancora qui

con la rabbia nel cuore

Una voglia di vederti

che non ha rispetto di niente

Quando ti ho incontrato

Facevi la stupida con tutti

Non potevi saperlo

volevi trovare qualcosa

 

Quann t n vaje

nun sent cchiu nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu

Quann te ne vaje

nun sent cchiu nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Nun serv cchiu a nient

Nun serv cchiu a nient

 

Quando vai via

non sento più niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Quello che è stato è stato

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Quando te ne vai

non sento più niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Quello che è stato è stato

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Non serve più a niente

Non serve più a niente

 

 

Quann t'agg incuntrat

faciv a gelosa

Mo o cor cu l'arteteca

e a cap 'nzeriosa

A voc ro destin

na not nu ciore

O munn attuorn a me

ca nun tenev color

Natavot cca

ca collera mpietto

Tant e chilli vas

ca m raij p dispiett

Novembre nun perdon

e Maggio è o cchiu doc

Amm tentat tropp

  

 

Quando ti ho incontrato

facevi la tipa gelosa

Adesso il cuore irrequieto

e la mente che fa i capricci

La voce del destino

una nota un fiore

Il mondo attorno a me

non aveva colore

Un'altra volta qui

con la rabbia dentro

Tutti quei baci che mi dai

per farmi dispetto

Novembre non perdona

e Maggio è il più dolce

Abbiamo provato troppo 

 

 Quann te ne vaje

nun sent cchiu nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Quann te ne vaje

nun sent cchiu nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient 

 

 

Quando vai via

non sento più niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Quello che è stato è stato

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Quando te ne vai

non sento più niente

Quando non ci sei

non sento più niente

Quello che è stato è stato

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non sento più niente 

 

 

Si nun c appiccicamm

io nun pareo

Ca dint

scorr o sang r'Odisseo

So fatt accussì

so partenopeo

 

Se non litighiamo

io non mi diverto

Nelle mie vene

scorre il sangue di Odisseo

Sono fatto così

sono partenopeo

 

 

 

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Quann te ne vaje

nun sent cchiu nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Quann te ne vaje

nun sent cchiu nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient

Chell' ch'è stat è stat

Nun serv cchiu a nient

Quann nun ce staje

nun sent cchiu nient 

 

 

Quello che è stato è stato  

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non provo più niente 

Quando te ne vai

non provo più niente

Quando non ci sei

non provo più niente

Quello che è stato è stato

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non provo più niente

Quando vai via

non provo più niente

Quando non ci sei

non provo più niente

Quello che è stato è stato

Non serve più a niente

Quando non ci sei

non provo più niente 

Il testo riportato in questo articolo segue le regole della scuola di pensiero che vede il parlato riportato esattamente, senza contare le regole del napoletano classico.