Nella giungla dei drop e delle release, sembra quasi che non ci sia più il tempo di godersi gli item appena acquistati perché qualcosa di nuovo è già in agguato pronto a catturare la nostra attenzione e a diventare il nuovo oggetto dei desiderio. Accade spesso però che guardando al passato si provi un certo senso di rimpianto per qualche capo non acquistato e per qualche "L" presa. Quante volte vi siete detti "quel pant Supreme della SS 15 era una bomba perché non l'ho coppato?", e a questo pensiero avete fatto seguire una ricerca selvaggia su tutti i gruppi Facebook, su Grailed, etc... .

Bene se questo è un sentimento condiviso abbiamo un'altra soluzione: SaruGeneral. Il sito web UK based che offre una vasta selezione 100% autentica di capi BAPE - A Bathing Ape - e Supreme. Abbiamo deciso di scoprirne di più, scambiando due chiacchiere con i ragazzi che stanno dietro SaruGeneral.

#1 Come è nato e chi c'è dietro SaruGeneral?

Semplicemente una piccola squadra di appassionati di streetwear, dalla storia fino all'hype.
Non c'è un vero e proprio motivo per cui abbiamo iniziato, siamo semplicemente un gruppo di ragazzi accomunati dalla stessa passione che cerca di lavorare al meglio insieme. Siamo costantemente alla ricerca di idee, ci teniamo aggiornati con le ultime novità, assicurandoci però sempre che ci sia spazio per la storia. E attualmente stiamo cercando di avvicinarci anche all'high street.

 

#2 Sia in Europa che in UK non esiste un sito web o un rivenditore che possa vantare una collezione BAPE ricca come la vostra. Di quanti pezzi è composta la collezione e come siete riuscite ad ottenere alcuni dei pezzi più introvabili?

Grazie! Ci è voluto veramente tanto tempo per arrivare a questo livello.
La collezione è composta da migliaia di pezzi, ma cambia continuamente, vendiamo e compriamo cose nuove. Ci passano tra le mani un sacco di grandi scatole costose.
Haha vuoi sapere anche il mio codice pin? Scherzi a parte, acquistiamo un po' ovunque, è tutta una questione di contatti. Per trovare le Kanye Bapesta College Dropout e le Box Logo degli anni '90, ci vuole una contrattazione seria, c'è molta competizione là fuori. Prima di trovare i pezzi originali mi sono imbattuto in tantissimi falsi.

#3 La maggior parte degli articoli in vendita sul vostro sito web risale a tempi in cui il mercato dello streetwear non era così sovraffollato. Ricevete molta attenzione da parte del pubblico più giovane per i grail degli anni passati o sono più attratti dai capi hype più recenti?

Anche noi siamo giovani, quindi possiamo rapportarci bene con la comunità. Conosciamo bene il valore della storia e degli item storici.

#4 Qual è stato il capo d'abbigliamento o l'oggetto più incredibile che siete riusciti a trovare? E qual è il grail impossibile che state ancora cercando?

Non c'è ancora stato un oggetto che non siamo riusciti ad ottenere. Riceviamo spesso messaggi in cui ci vengono richiesti grail, ma non possiamo dedicare tutto il nostro tempo alla ricerca di articoli per uno o due acquirenti con budget particolarmente alto, vogliamo invece che tutti siano in grado di acquistare i nostri prodotti. Rispetto a Supreme non ci sono molti capi BAPE Friends & Family, ma se esistono state certi che noi possiamo recuperarli.

 

#5 Secondo voi quanto Nigo ha influenzato la street culture e quale è stato il suo contributo fondamentale a questo mondo?

Estremamente, Nigo è il re.
Ha influenzato tutti i grandi di adesso: Virgil, Pharrell, Kanye, non sarebbero nulla senza Nigo.
Nigo è stata la prima persona - insieme ad Hiroshi Fujiwara - a rendere un marchio uno stile di vita. Ha fatto impazzire tutto il Giappone, può fare qualsiasi cosa e la gente la comprerà comunque (e fanno bene a farlo).

 

#6 Dando uno sguardo al passato, cosa è cambiato rispetto agli anni in cui le Bapesta erano molto più hype di qualsiasi sneaker Balenciaga o Louis Vuitton di adesso? Dobbiamo aspettarci un ritorno delle Bapesta e dello stile degli anni 2000?

Non credo che le Bapesta stiano tornando mainstream, ma sono un pezzo di storia, ci saranno sempre persone che le indosseranno. È un qualcosa di più di un semplice classico.