Fondente, al latte, bianca…ed ora anche rosa!

Barry Callebaut, la più grande società produttrice di cacao al mondo aka una sorta di fabbrica di Willy Wonka, ha trovato il primo nuovo colore naturale per il cioccolato da quando Nestle ha iniziato a creare barrette di cioccolato bianco più di 80 anni fa.

Si chiama Ruby ed è prodotto senza bacche, aromi o coloranti artificiali, ma solo da speciali semi di cacao provenienti da Costa d’Avorio, Ecuador e Brasile la cui polvere gli regala il caratteristico colore rosato. Il sapore? Intenso, così leggero e fruttato che pare non si ci si renda realmente conto di mangiare un cioccolatino dietro l’altro.

«Non è amaro, non è dolce, né sa di latte» - ha spiegato il Ceo di Barry Callebaut, Antoine de Saint-Affrique - «il sapore fruttato e un po’ aspro di un frutto di bosco e una dolcezza seducente. È naturale, colorato, edonistico, c’è un aspetto di appagamento, ma mantiene l’autenticità del cioccolato. È un buon equilibrio, che parla molto ai millenials».

Saranno probabilmente proprio loro a decretare il successo, a suon di post Instagram.