American Apparel sta per tornare e, nel farlo, decide di ripartire dall’online.

Dopo le sfortunate vicende che hanno condotto la società fino alla dichiarazione di fallimento, la sua proprietà è passata al gruppo canadese Gildan activewear per 88 milioni di dollari che ha definito l’affare

"probabilmente una delle migliori acquisizioni che l’azienda ha mai fatto, in termini di rendimento dell’investimento".

Intravedendo un grosso potenziale di crescita per il marchio in Nord America e a livello internazionale nel segmento di mercato dei capi basic, Gildan si sta preparando a battezzare il rilancio del suo sito web, che fungerà da vetrina per la nuova avventura.

Questo restyling coinciderà anche con il ritorno sul mercato di una serie di prodotti, come il denim e alcuni dei capi iconici di AA dell’era di Dov Charney, ora impegnato a lanciare una nuova compagnia di commercio all’ingrosso, Los Angeles Apparel.

Tasto dolente? Gildan non produrrà più i suoi prodotti a LA, ma attraverso la sua rete globale, in parte extra confine e in parte negli Usa.

Restate su nss per scoprire le future novità sulla nuova American Apparel e, nel frattempo, scoprite il nuovo sito del brand qui.

 

Mettete alla prova la vostra conoscenza su #fashionorporn con il gioco di nss magazine.