Vedi tutti

I nuovi bagni di Tokyo progettati dagli architetti-star del Giappone

Fra i grandi nomi coinvolti in occasione delle Olimpiadi anche Tadao Ando, Shigeru Ban e Nigo

I nuovi bagni di Tokyo progettati dagli architetti-star del Giappone Fra i grandi nomi coinvolti in occasione delle Olimpiadi anche Tadao Ando, Shigeru Ban e Nigo
Takenosuke Sakakura
Fumihiko Mako
Fumihiko Mako
Kengo Kuma
Kengo Kuma
Masamichi Katayama
Masamichi Katayama
Nao Tamura
Nao Tamura
Nigo
Nigo
Shigeru Ban
Shigeru Ban
Tadao Ando
Tadao Ando
Takenosuke Sakakura

In occasione delle Olimpiadi di Tokyo, 16 dei migliori architetti e designer del paese hanno aderito al progetto The Tokyo Toilet, realizzato insieme alla Nippon Foundation e dedicato al restauro di 17 dei bagni pubblici che costellano la popolarissima area di Shibuya. Molti grandi nomi sono stati coinvolti nel progetto: Tadao Ando e Shigeru Ban sono fra questi, ma nella lista dei creator appaiono anche l’industrial designer e docente dell’Università di Tokyo Miles Pennington e soprattutto Nigo, il founder di A BATHING APE.

Nigo
Nigo
Tadao Ando
Tadao Ando
Shigeru Ban
Shigeru Ban
Masamichi Katayama
Masamichi Katayama

I concept sono i più vari: il bagno di Jingūmae, quello disegnato da Nigo, per esempio, ha l’aspetto di una delle tradizionali casette che ancora si trovano nel quartiere di Harajuku, lo stesso dove il designer aprì insieme a Jun Takhashi il suo celebre negozio Nowhere; più tradizionale invece Tadao Ando che si è ispirato ai padiglioni da esterno noti come azumaya per il suo bagno circolare al Jingu-Dori Park; più provocatorio è stato invece Shigeru Ban che ha creato una toilette trasparente, che aiuti così a vedere se è occupata o meno e consente di verificarne la pulizia, le cui pareti di vetro diventano opache una volta che è stata occupata. Masamichi Katayama ha forse creato uno dei bagni più interessanti di tutti, ispirandosi alle antiche capanne dette kawaya, e creando una struttura incrociata di quindici muri di cemento che formano un reticolo al cui interno si trovano i servizi igienici.

Nao Tamura
Nao Tamura
Takenosuke Sakakura
Takenosuke Sakakura
Kengo Kuma
Kengo Kuma
Fumihiko Mako
Fumihiko Mako

Tutti e 17 i bagni, di cui al momento solo 9 sono effettivamente operativi, includono una varietà di servizi pensati a massimizzare la loro inclusività: i servizi variano di bagno in bagno, a seconda delle zone e delle costruzioni, ma includono generalmente stanze dedicate ai neonati, altre invece dedicate all’accesso delle sedie a rotelle.

Tutte i bagni e le loro location sono elencati e aggiornati in tempo reale sul sito ufficiale del progetto The Tokyo Toilet.