Vedi tutti

Otto bellissime maglie da calcio dorate

Esempi di come l'oro si sposi benissimo con la semplicità

Otto bellissime maglie da calcio dorate Esempi di come l'oro si sposi benissimo con la semplicità

Con una stagione ormai alle porte, tutte le grandi squadre hanno presentato i propri kit Home e Away. Alcuni top club come Barcellona e Juve hanno sorpreso con design particolari, altri come l'Inter o il PSG hanno puntato su scelte di colore insolite ma interessanti. Tra i colori che più difficilmente vengono utilizzati dalle socità c'è l'oro, sarà forse per la responsabilità e i significati storici di questo colore, che tuttavia negli anni ha caratterizzato alcune divise storiche, indossati da grandi club come Milan, Arsenal e Juventus. Proprio i bianconeri indossavano un kit oro durante il famoso Real Madrid - Juventus 0-2 del 5 novembre 2008, quando una sontuosa prestazione di Alex Del Piero faceva alzare in piedi tutto il Bernabeu per una standing ovation rimasta nella storia. Abbiamo voluto concentrarci proprio su questo colore dalle mille simbologie, e su tutte quelle squadre che almeno una volta nella loro storia lo hanno inserito nelle proprie divise. Ci sono campioni e leggende come Riquelme, Beckham, Kakà o Mandzukic, ma anche squadre meno famose ed esotiche. 

 

Juventus, Away 2008/2009

L’away jersey della Juventus per la stagione 2008/2009 fu creata tenendo fede ai colori della Vecchia Signora, e a uno soprattutto, l’oro, da sempre colore secondario di riferimento assieme al blu (e anche al rosa). Il risultato è una divisa solenne dove l’oro è assoluto protagonista, accompagnato dal bianco del colletto e dal nero dello swoosh Nike.

 

UNAM Pumas, Away & Third Kit

Della meravigliosa maglia dei Pumas parlammo qualche tempo fa, raccontandone la storia ed elogiandone l’iconico profilo. Il blu e l’oro sono colori che assieme convivono perfettamente, e questo lo possiamo ammirare sulle away jersey e i third kit del club messicano, dove in genere è l’oro il colore principale rispetto all’home jersey - dove è il blu.

 

Arsenal, Away 2015/2016

Firmata PUMA  e caratterizzata da un particolare pattern a rombi, questa divisa dell’Arsenal rinnova il legame tra i Gunners e il colore oro, già vestito in passato. La divisa è arricchita da un motivo che copre le maniche, le spalle e il colletto di blu.

 

Barcellona, Away 2001/2002

Nella stagione 2001/2002, il Barcellona giocava le sue partite fuori casa con una maglia a tinte oro e contraddistinta da una caratteristica banda verticale di colore blu, a sua volta accompagnata da due sottili strisce rosse e blu ai suoi fianchi. E' la maglia oro dei blaugrana per eccellenza, sebbene ne venne adottata un'altra qualche anno dopo. Di questa splendida casacca parlammo anche qualche mese fa, annoverandola fra le cinque divise del Barcellona da non dimenticare.

 

Milan, Third Kit 2013/2014

Sebbene non viva un periodo di splendore massimo, il Milan è uno dei pochi club che può permettersi sempre di indossare una maglia tinta di oro. Detto fatto: nella stagione 2013/2014 l'oro fu il colore centrale della terza maglia, e fece la sua apparizione anche sulla prima e sulla seconda.

 

Santos, Fourth Kit 2018/2019

Il Fourth Kit firmato UMBRO del Santos è semplice: oro abbinato al bianco e al nero del colletto e dei branding. Questo rende la casacca dei brasiliani un esempio di quanto anche con pochi dettagli una maglia può essere straordinaria. Degno di nota anche il pattern a strisce sottili verticali.

 

Manchester United, Third Kit 2001/2002

La terza maglia del Manchester United della stagione 2001/2002 esprime tutto ciò che una maglia oro che si rispetti dovrebbe esprimere: coraggio, onore e orgoglio. Prodotta da UMBRO, questa divisa era appunto oro con il nero sull'ampio colletto nero e sugli inserti lungo le maniche, oltre che sui branding al centro della maglietta.

 

Benfica, Away 2011/2012

L'away jersey del Benfica per la stagione 2011/2012 vedeva il ritorno del colore oro su una casacca del club portoghese. Questa volta il colore secondario era il nero, usato sul colletto, sulle maniche e su tutto il bordo della divisa, dai fianchi alla parte bassa. Nero anche il logo di adidas e il main sponsor, mentre il crest era racchiuso da un triangolo capovolto. Con questa maglia Oscar Cardozo e compagni raggiunsero i quarti di finale di Champions League.