Pochi nella storia del calcio hanno giocato come Rivaldo, con quella grazia abbinata a forza, una raffinatezza calcistica senza uguali. Rivaldo è stato il primo dei fenomeni, quelli che vestivano le scarpette bianche (le mitiche Mizuno) e vincevano palloni d’oro pur senza le stagioni bioniche di Messi e Ronaldo.

Eppure Rivado ha vinto tanto in carriera, fino a raggiungere l’apice della Coppa del Mondo 2002, in quella squadra imbattibile composta da lui, Ronaldo e Ronaldinho, l’ultimo grande Brasile. Dai fasti di Barcellona ai pochi lampi milanisti, Rivaldo e il suo piede sinistro sono entrati nel cuore di tutti coloro che amavano il calcio.

Oggi Rivaldo compie gli anni, e abbiamo voluto rendergli omaggio stropicciandoci ancora una volta gli occhi davanti al suo sinistro.