0
0
0
0
0
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 1
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 3
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 4
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 5
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 6
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 7
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 8
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 9
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 10
Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 11

Do the Right Thing

NBA - Americanismi e Streetculture

Francesco Abazia

“Se pensate che il basket sia solo basket, allora non avete capito niente di basket”, queste le parole che Federico Buffa cita di Phil Jackson che, per i meno esperti, è semplicemente IL Coach, avendo vinto 11 campionati NBA ed avendo allenato tra gli altri Michael Jordan, Shaq e Kobe Bryant

Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 1

Una frase di un tale santone non può essere banale: il basket non può essere solo un gioco e la sua più perfetta declinazione (l’NBA) tantomeno. Dietro ad uno dei tre sport più diffusi d’America c’è tanto altro. Ci sono le prime palestre aperte solo ai bianchi, ci sono i leggendari play-ground newyorkesi, c’è integrazione razziale, c’è l’elezione dei neri al comando, quando di Obama non si avevano ancora tracce. Ci sono le treccine, gli atteggiamenti da gangstar, la Nike, i contratti milionari, i bei vestiti… insomma welcome to the NBA: ” Where Amazing Happens”

Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 1

L’universo NBA è un mondo particolare, popolato da atleti straordinari, ma dominato da afro-americani. Sono loro dagli anni 60/70 in poi, dall’era Chamberlain 

Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 0
– Russell a regnare incontrastati, a proclamare con forza e rabbia che per questo gioco ci sono effettivamente portati. La maggior parte di questi atleti viene dalla strada, pochi o nessuno hanno entrambi i genitori, tanti vivono al limite, rispettando solo lo street-code e poco altro. Ma sul campo si fanno sempre più forti e salvo sporadiche eccezioni (Bird, Stockton, Pete “Pistol” Maravich) non ci sono tracce bianche tra i primi 10 della lega, e fidatevi che ci siamo anche tenuti stretti. Gli afroamericani cominciano a diventare degli idoli, ad essere osannati ed imitati.

Il dilagarsi della cultura hip/hop non fa altro che accentuare un “way of being” che finalmente fuoriesce dal ghetto per espandersi a macchia d’olio su tutta la nazione. Arrivano poi gli anni ’90 una vera e propria calamita naturale si avventa sulla NBA: il suo nome è Michael Jeffrey Jordan.

Con Jordan cambia tutto, e il cambiamento è tanto più evidente quanto più ci si allontana dal parquet. Non si discute sul fatto che sia stato il migliore, parlando di titoli vinti e canestri segnati, ma MJ porta l’NBA fuori dai palazzetti, diventa la copertina di questo meraviglioso sport che, aiutato dalle multinazionali, veste il mondo. Nasce l’AIR JORDAN, forse la più famosa sneaker della storia, desiderata da ogni singolo ragazzino americano, dal Texas al Minnesota e se non credete a me, guardate la clip video di “Wings” di Macklemore e capirete. Le jersey col numero 23 sono oramai un must-have, e come succede nell’hip-hop, adesso sono i bianchi che vogliono vestirsi come i neri, l’epoca di Malcolm X è andata, perché essere nero è diventato cool, l’NBA è diventata cool, è diventata un brand. 

Tutti cominciano a indossare i primi snapback con i loghi delle trenta franchigie, con i Lakers ed i Knicks (guarda caso NY e LA) a farla da padroni. Forse semplicistico far partire tutto da Michael, già prima di lui i giocatori sapevano come farsi conoscere al di fuori dei palazzetti (Chamberlain si dicesse cambiasse una bianca a sera, e forse anche piu di una), ma concedeteci di attribuire la paternità dell’NBA Fashion a sua Maestà Jordan. 

Do the Right Thing NBA - Americanismi e Streetculture | Image 0

Cominciamo da qui, ma di storie ce ne sono tante, abbiamo personaggi da raccontare, vere e proprie mode da comprendere, vite da analizzare: si passa dalle Air ad Allen I, da Spike Lee a Jack Nicholson, da Brooklyn a Golden State, alla riscoperta di uno sport che è anche un business pazzesco e che poteva fiorire in un solo paese al mondo: gli Stati Uniti d’America.

 
5 Altre foto
Sfoglia

Iscriviti alla nostra newsletter

Ottieni l'accesso a contenuti esclusivi e rimani costantemente aggiornato

Invia
Potrebbero anche interessarti
Cinque bellissime maglie dell'Arsenal Tra le casacche vintage anni '90 e gli Invincibili di Wenger, fino al nuovi kit adidas 2019/2020
In Sports 2 settimane fa

Cinque bellissime maglie dell'Arsenal

Tra le casacche vintage anni '90 e gli "Invincibili" di Wenger, fino al nuovi kit adidas 2019/2020

L'Arsenal tornerà a vestire adidas a partire dal 2019 La notizia era nell'aria da mesi ma adesso è ufficiale, come annunciato dal club londinese
In Sports 9 mesi fa

L'Arsenal tornerà a vestire adidas a partire dal 2019

La notizia era nell'aria da mesi ma adesso è ufficiale, come annunciato dal club londinese

I migliori kit adidas dell'Arsenal L'accordo tra i Gunners e adidas potrebbe essere solo un rumor, ma noi continuiamo a sperare
In Sports 2 anni fa

I migliori kit adidas dell'Arsenal

L'accordo tra i Gunners e adidas potrebbe essere solo un rumor, ma noi continuiamo a sperare

adidas ritorna a sponsorizzare l'Arsenal con un contratto faraonico  Se l'accordo fosse confermato, i Gunners diventerebbero la squadra più pagata al mondo
In Sports 2 anni fa

adidas ritorna a sponsorizzare l'Arsenal con un contratto faraonico

Se l'accordo fosse confermato, i Gunners diventerebbero la squadra più pagata al mondo

Sotheby’s e Stadium Goods mettono all’asta 100 sneaker rarissime Dalle Nike Mag di Marty McFly alle Travis Scott x Air Jordan 4 “Friends & Family”
In Fashion 5 giorni fa

Sotheby’s e Stadium Goods mettono all’asta 100 sneaker rarissime

Dalle Nike Mag di Marty McFly alle Travis Scott x Air Jordan 4 “Friends & Family”

La maglia Away 2019/2020 del Manchester United Un pattern assolutamente inedito per celebrare la street culture locale
In Sports 5 giorni fa

La maglia Away 2019/2020 del Manchester United

Un pattern assolutamente inedito per celebrare la street culture locale

Serie TV: le nuove frontiere della moda Perchè i brand rilasciano sempre più capsule collection ispirate alle serie Netflix?
In Fashion 1 settimana fa

Serie TV: le nuove frontiere della moda

Perchè i brand rilasciano sempre più capsule collection ispirate alle serie Netflix?

Il nuovo font dell'Arsenal 2019/2020 3D e nostalgico
In Sports 1 settimana fa

Il nuovo font dell'Arsenal 2019/2020

3D e nostalgico

Altro da Sports
La nuova collezione Stone Island x Nike Golf La prima pensata appositamente per lo sport dal brand italiano
In Sports 7 ore fa

La nuova collezione Stone Island x Nike Golf

La prima pensata appositamente per lo sport dal brand italiano

Cosa c'è dietro alla nuova campagna di Paddy Power e Huddersfield Town? Molti ci sono cascati, altri per fortuna no: la nuova maglia dei Terriers è un fake, ma nasconde una storia complessa
In Sports 7 ore fa

Cosa c'è dietro alla nuova campagna di Paddy Power e Huddersfield Town?

Molti ci sono cascati, altri per fortuna no: la nuova maglia dei Terriers è un fake, ma nasconde una storia complessa

La maglia Away 2019/2020 del Chelsea Più che una casacca, una polo button-down ispirata alla Londra anni '60
In Sports 11 ore fa

La maglia Away 2019/2020 del Chelsea

Più che una casacca, una polo button-down ispirata alla Londra anni '60

Cinque indimenticabili maglie del Manchester City Il passato dei Citizens è ricco di maglie coloratissime
In Sports 15 ore fa

Cinque indimenticabili maglie del Manchester City

Il passato dei Citizens è ricco di maglie coloratissime

Le maglie da portiere adidas sono tutte uguali Il brand tedesco ha usato lo stesso template per i kit di Juventus, Real Madrid, Bayern Monaco, Arsenal e tante altre
In Sports 1 giorno fa

Le maglie da portiere adidas sono tutte uguali

Il brand tedesco ha usato lo stesso template per i kit di Juventus, Real Madrid, Bayern Monaco, Arsenal e tante altre

La Juventus lascia FIFA e firma una partnership con PES2020 La squadra campione d'Italia passa in esclusiva con Konami almeno per le prossime tre stagioni
In Sports 1 giorno fa

La Juventus lascia FIFA e firma una partnership con PES2020

La squadra campione d'Italia passa in esclusiva con Konami almeno per le prossime tre stagioni

La maglia 2019/2020 della Sampdoria La maglia più bella del mondo
In Sports 1 giorno fa

La maglia 2019/2020 della Sampdoria

"La maglia più bella del mondo"

La maglia Away 2019/2020 dell'Arsenal Un ritorno al passato, e precisamente ad una casacca che ha fatto la storia della partnership tra adidas e i Gunners
In Sports 1 giorno fa

La maglia Away 2019/2020 dell'Arsenal

Un ritorno al passato, e precisamente ad una casacca che ha fatto la storia della partnership tra adidas e i Gunners