Avevamo già scritto, qualche mese fa, alcune riflessioni riguardo all'uso che viene fatto dell'account Instagram della Serie A, distante anni luce (ahinoi) da quelli degli altri grossi campionati europei sia per una questione numerica che per la qualità dei contenuti offerti. Un gap assolutamente visibile ma che è stato evidenziato ancora di più dal 18esimo report di IQUII Sport, grazie al quale avevamo già analizzato meglio la situazione relativa alle squadre di calcio più seguite su Instagram e anche quella dei brand più diffusi nei sei massimi tornei d'Europa. Quello che si evince dalle infografiche è proprio l'enorme distacco che il nostro campionato accusa nei confronti di Liga e Premier League, e che non interessa solamente Instagram ma tutte le piattaforme social prese in considerazione.

Il flop della Serie A sui social IQUII Sport evidenzia, qualora ce ne fosse bisogno, il pessimo andamento degli account ufficiali del campionato italiano | Image 2
Il flop della Serie A sui social IQUII Sport evidenzia, qualora ce ne fosse bisogno, il pessimo andamento degli account ufficiali del campionato italiano | Image 1
Il flop della Serie A sui social IQUII Sport evidenzia, qualora ce ne fosse bisogno, il pessimo andamento degli account ufficiali del campionato italiano | Image 0
Il flop della Serie A sui social IQUII Sport evidenzia, qualora ce ne fosse bisogno, il pessimo andamento degli account ufficiali del campionato italiano | Image 3

Prendiamo il dato di Instagram: i 3,6 milioni di fans con cui la Serie A si pone, al terzo posto dietro ai 27,3 della Premier League e i 19,1 della Liga spagnola, non sono neanche il nostro risultato peggiore nonostante le cifre abissali che ci separano dai vertici. Nella classifica relativa a Facebook il nostro campionato è al quinto posto (2,9 milioni contro i 55,1 della Liga e i 42,7 della Premier League) mentre su Twitter siamo addirittura settimi dietro alla Primeira Liga portoghese e alla Championship, la B inglese, incapaci di raggiungere i 100 mila follower (siamo fermi a 83,5k). In questo caso la 'colpa' di questo sconfortante risultato è anche per via del nuovo account, creato da zero solamente lo scorso agosto al posto di quello precedente, cancellato. Ma il peso dei club italiani, nell'universo di Twitter, rispecchia fedelmente l'andamento della sua Lega di riferimento, che a differenza degli altri account non ha una versione internazionale, in lingua inglese: il profilo in lingua straniera, in Serie A, è solamente una prerogativa di Juventus, Roma, Inter, Napoli, Sampdoria, Bologna e Parma: decisamente troppo poco.

Il flop della Serie A sui social IQUII Sport evidenzia, qualora ce ne fosse bisogno, il pessimo andamento degli account ufficiali del campionato italiano | Image 1

La voce aggregata, quella definitiva che conteggia tutti i social network (i tre sopra citati e YouTube), non può fare altro che attestare il nostro campionato al quarto posto con 9,4 milioni di fans, dietro la Bundesliga e davanti la Ligue 1: Premier League e Liga hanno numeri poco meno di dieci volte maggiori dei nostri. Oltretutto non si evince nessun particolare segno di crescita rispetto ai nostri 'rivali' nell'ultimo mese (il report è relativo al periodo che va dal 15 maggio al al 14 giugno 2019): la Serie A ha fatto registrare un aumento del 2,07%, è vero, ma gli altri hanno fatto meglio. La Liga Portugal è salita del 5,06%, la Ligue 1 del 3,68% e la Liga del 2,33%.

Il flop della Serie A sui social IQUII Sport evidenzia, qualora ce ne fosse bisogno, il pessimo andamento degli account ufficiali del campionato italiano | Image 0

Per dare uno sguardo più approfondita al report, si può scaricare gratuitamente qui.