All'andata contro l'Inter era rimasto all'asciutto, ma nella gara di ritorno a San Siro è stato il match winner che ha consegnato ai tedeschi il passaggio del turno ai danni dei nerazzurri: stiamo parlando di Luka Jović, l'attaccante dell'Eintracht Francoforte che già da mesi fa gola a tantissime big europee. Pare che su di lui ci siano squadre del calibro di Barcellona e Bayern Monaco, ma prima bisogna accontentare il Benfica, il club che detiene il suo cartellino e che non accetterà offerte inferiori ai 50 milioni di Euro. E come deciso dall'urna di Nyon sarà proprio la squadra portoghese sarà la prossima avversaria del giovane cannoniere balcanico nei quarti di Europa League.

5 Gif per conoscere meglio Luka Jović L'attaccante serbo dell'Eintracht è una delle grandi rivelazioni della stagione  | Image 0

I portoghesi, che per i calciatori serbi negli ultimi anni hanno un vero e proprio debole, lo hanno prelevato ad un prezzo ridicolo dalla Stella Rossa. Poi, nel 2017, hanno deciso di mandarlo in prestito biennale in Bundesliga in una squadra in assoluta crescita come l'Eintracht. Il primo anno è servito per ambientarsi (ma anche per alzare al cielo il primo trofeo, la Supercoppa di Germania), il secondo si sta rivelando quello della consacrazione: 17 gol in campionato (solo Lewandowski sta facendo meglio) e 7 in Europa League, ma anche il record di più giovane marcatore ad aver segnato cinque gol in una sola partita, quella contro il Fortuna Dusseldorf. Perché, ricordiamolo, l'attaccante serbo nato in Bosnia ha solamente 21 anni.

A quale grande bomber assomiglia di più? Quali sono le sue skills migliori? Con quale piede calcia solitamente? Per conoscerlo un po' meglio abbiamo selezionato 5 Gif che lo riguardano e che vi aiuteranno a comprendere il suo infinito talento.

 

E' creativo e opportunista

via GIPHY

Sa segnare praticamente in ogni modo, anche in acrobazia. Se poi sono gli stessi difensori a passargliela, l'esito è scontato.

 

Lo scavetto alla Lazio

via GIPHY

Tra le sue vittime c'è stata anche la Lazio, nel 4-1 che i tedeschi hanno servito ai biancocelesti nei gironi ed eliminazione.

 

Non sa soltanto segnare

via GIPHY

E' forte sotto porta, ma anche lontano dall'area di rigore se la cava benone, merito dell'agilità di cui è in possesso.

 

Altruismo nel DNA

via GIPHY

Quella dell'Eintracht non è soltanto una cooperativa del gol, ma anche una colonia di talenti balcanici (Rebic, Kostic e Gacinovic) con cui Jović si trova benissimo.

 

Colpi di cannone

via GIPHY

Jović calcia molto bene ma soprattutto forte, e rivedendo i suoi gol è la potenza è la prima cosa che si nota.