Mancano solo pochi dettagli da svelare per completare il quadro dei Mondiali di calcio femminili, che si terranno quest'estate in Francia dal 7 giugno al 7 luglio. La manifestazione è giunta all'ottava edizione e vedrà partecipare 24 squadre, divise in 4 gironi da 6, per un totale di 52 partite, che si disputeranno in 9 diverse città francesi, per le quali sono state realizzate delle bellissime locandine. Nello scorso weekend, in occasione dei festeggiamenti per la festa della donna, adidas ha presentato le 3 maglie delle sue nazionali più importanti: Spagna, Germania e Svezia.
Il design si differenzia dai modelli utilizzati dalle squadre maschili ma conserva i simboli, i colori e l'orgoglio nazionale, tra gli elementi che più caratterizzano un Mondiale.

 

SPAGNA

Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 0
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 11

Per la divisa Home della Roja, adidas non poteva che rispettare il colore rosso. In continuità con le scelte effettuate dal brand negli ultimi anni, tornano motivi geometrici e rombi, disposti sul lato del logo adidas. Il colletto e le Three Stripes sono blu navy, così come i pantaloncini, all'interno dei quali sono inserite le tre strisce in giallo, identico schema di colore scelto per i calzettoni. Il giallo contorna anche il crest della squadra spagnola. 

 

GERMANIA

Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 2
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 8
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 9
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 7
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 4
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 5

La maglia scelta per la Nazionale tedesca è un omaggio al modello utilizzato nel 1989, anno in cui la Nazionale tedesca femminile conquistò il titolo europeo. Un design che non si distacca da quello utilizzato dai colleghi uomini e sfrutta il contrasto tra il fondo bianco con nero, rosso e giallo. Si gioca anche in questo caso su motivi digitali, dal gusto nostalgico, strategia consolitata da adidas. I pantaloncini recuperano il nero, che nella maglia caratterizza le tre strisce, i loghi e i numeri squadrati. I calzettoni hanno un design pulito e bianco. La seconda maglia è bordeaux mentre per i portieri è stato scelto come colore il blu. 

 

SVEZIA 

Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 10
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 1
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 6
Le prime maglie del prossimo Mondiale femminile Sono quelle di Spagna, Germania e Svezia prodotte da adidas | Image 3

Quella svedese è una delle Nazionali con i colori più caratteristici tra le 24 partecipanti. Il giallo è unito al blu, che, come accade per i kit di Germania e Spagna, caratterizza le grafiche geometriche. Diversamente dalle altre due il crest è centrale, a marcare l'effetto di simmetria e pulizia. I numeri sono la vera particolarità di questo kit. Per omaggiare le donne, la Federazione svedese ha deciso di inserire all'interno di ogni cifra i volti di alcune donne che hanno fatto la storia della nazione. Sarà il pubblico invece a scegliere i volti inseriti nell'unica maglia che manca all'appello, quella numero 8, la quale verrà presentata prima dell'amichevole del 6 aprile contro la Germania. 

Sul sito adidas è possibile acuistare i kit di Svezia, Germania e Spagna