Il montepremi più alto di sempre (60 milioni di dollari australiani) e la novità dell'introduzione del tie-break in caso di parità sul 6-6 del quinto set: siamo pronti a goderci il primo torneo del Grande Slam della stagione, gli Australian Open 2019 che inizieranno il prossimo 14 gennaio sul cemento di Melbourne Park. I big ci saranno praticamente tutti, compreso un malconcio Rafa Nadal e il campione in carica Roger Federer, che potrebbe giocare in Australia per l'ultima volta. Ma anche tanti italiani: sei direttamente ammessi in tabellone, tra cui cinque uomini (Fognini, Cecchinato, Berrettini, Seppi, Fabbiano) e l'unica donna, Camila Giorgi. Sarà che siamo in astinenza da un bel po' ma non vediamo l'ora che inizi la competizione, che si preannuncia caldissima come sempre, in tutti i sensi. Ma prima di tutto, abbiamo deciso di segnalarvi i dieci outfit più 'pazzi' visti negli anni scorsi, un po' come abbiamo già fatto con Wimbledon e con gli US Open: l'anno scorso è stato l'anno del rosa, cosa vedremo questa volta?

 

Ivan Lendl, 1990

Il sole in Australia picchia forte, ve l'abbiamo già detto, e allora coprirsi il capo diventa un vero obbligo. Il cappello da legionario che era solito indossare Ivan Lendl è diventato un vero segno di riconoscimento, visto che il tennista ceco lo indossa talvolta anche oggi che fa l'allenatore. Ma l'outfit che sfoggiava nei primi anni '90 (e ultimamente 'copiato' da Marc Polmans) è entrato nella storia, anche per la splendida maglietta Mizuno.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 6

 

Jim Courier, 1993

Il 1993 fu l'anno del secondo successo consecutivo del tennista statunitense sul cemento australiano. Per l'occasione ce lo ricordiamo con un completino griffato Nike in stile baseball, a righe verticali e maniche rosse. Anche se il pezzo sono senza dubbio i pantaloncini.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 1

 

Andre Agassi, 1995

Potevamo mai non inserire Andre Agassi in una top ten riguardante gli outfit più strani? Questo è il look con cui 'the Kid' vinse il torneo nel lontano 1995, quando sconfisse in finale Pete Sampras. Si, giocò tutto il torneo con la bandana nera in testa!

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 3

 

Martina Hingis, 1996

Ai tempi la campionessa svizzera era una poco più che una bambina, al suo esordio in Australia a soli 15 anni con un completino dolcissimo firmato Sergio Tacchini. Non riusciamo a staccare gli occhi da questo vestito. 

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 9

 

Tomas Berdych, 2014

Il tennista ceco ha vestito per circa tre stagioni H&M, periodo in cui ha vestito una serie di completini assolutamente improbabili. Uno di questi rimasto celebre è quello indossato nel 2014: pantaloncini rossi e t-shirt a righe verticali che ricorda la maglia del Brighton. Prima e unica volta che si è vista una cosa simile nel circuito.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 2

 

Serena Williams, 2014

Nel corso della sua lunga carriera Serena ci ha mostrato di tutto: vestiti in denim, tute nere integrali da Black Panther e completini colorati di ogni tipo: durante l'edizione 2014, in cui venne sconfitta agli ottavi, scese in campo con un blazer rosa shocking che è impossibile da dimenticare. 

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 8

 

Venus Williams, 2015

Così come la sorella Serena, anche Venus Williams ha sempre vestito abiti originali, addirittura disegnati da lei stessa. Come questo, parte della collezione EleVen e indossato nel 2015, con una fantasia particolare retta dal colore predominante, il verde acqua.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 10

  

Ana Ivanovic e Kristina Mladenovic, 2016

La prima si è sposata (con Bastian Schweinsteiger!) è diventata mamma e si è già ritirata dal tennis, la seconda invece gioca ancora e si vede spesso in coppia con Dominic Thiem. Cosa hanno in comune? Il completino geometrico realizzato da adidas che hanno indossato nel corso dell'edizione 2016.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 5

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 7

 

Bethanie Mattek-Sands, 2017

La presenza della tennista statunitense è inevitabile, sia perché è la regina assoluta degli outfit 'pazzi' e sia perché gli Australian Open sono il suo torneo preferito. Durante l'edizione 2017, in cui vinse il titolo di doppio in coppia con Safarova, scelse un completo mix di nero e fiori rosa, assolutamente inedito.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 4

 

Fabio Fognini, 2018

Il 2018 è stata l'ultima stagione di Fabio Fognini come testimonial di Hydrogen, prima di passare ad Armani. Il tennista ligure di outfit assurdi ne ha vestiti parecchi, specializzandosi in modelli camouflage molto aggressivi come quello rosso sfoggiato durante gli AO 2018.

I 10 outfit più strani degli Australian Open Dal cappello da legionario di Lendl fino al red camouflage di Fognini, senza dimenticare le sorelle Williams | Image 0