Oggi, se nomini Mazzarri a qualcuno, quel qualcuno sorride. È istintivo, senza cattiveria: la bocca si allarga, spuntano i denti in attesa che tu dica qualcosa di divertente sull’allenatore, neanche fosse Mr Bean. L’ironia su Mazzarri è cominciata anni fa e si è sedimentata nel tempo, bisognerebbe tagliarla a metà e contare i cerchi per scoprire quanto è vecchia. Forse è nata con “la scusa della pioggia” che lo ha reso famoso e piagnina, o forse il suo stesso volto così espressivo, così italiano ha suscitato da subito una qualche forma di ironia, come una maschera di carnevale.

Mazzarri è un personaggio sopra le righe, ma mai esagerato, mai scurrile. Vulcanico sì, ma non scorretto. Quello che dispiace, oggi, è che l’ex allenatore dell’Inter per molti sia diventato più una macchietta che un tecnico vero. E invece Mazzarri è un tecnico vero, che in carriera con il suo 3-5-2 viscerale ha ottenuto risultati onesti e allenato grandi squadre. Ora è al Torino e il suo Torino sta andando bene. Ha allenato il Watford in Inghilterra, ieri era all’Inter, l’altro ieri al Napoli in Champions League, tre giorni fa alla Sampdoria in finale di Coppa Italia, quattro giorni fa alla Reggina salva con lui al comando e così via.

Sembra arrivato però il momento di tagliare l’albero. Dopo aver detto che Mazzarri è anche (meglio: soprattutto) un tecnico, bisogna capire perché è diventato una macchietta. Non può bastare un’intervista sgangherata in inglese, perché per farla ci vuole anche coraggio. Per capire la trasformazione di Mazzarri in maschera di carnevale servono immagini in loop che ne descrivono la sua essenza pop. GIF su GIF:

 

#1 Mazzarri bottiglietta d’acqua

Un giorno Mazzarri ha deciso di mangiare una bottiglietta d’acqua per la rabbia. In questa immagine, che ovviamente ha fatto esplodere i social, Mazzarri addenta la plastica e solleva tutta la bottiglietta, che resta per un secondo nella sua bocca, in un fotogramma carnevalesco.

via GIPHY



Variante con salto:

Mazzarri però è capace anche di farle saltare, le bottigliette, quando è arrabbiato. E di riprenderle al volo. In definitiva, se siete una bottiglietta d’acqua, il consiglio è quello di stare lontano da Mazzarri quando è arrabbiato.

via GIPHY

 


#2 Mazzarri pulizia viso

Mazzarri è una maschera ma non indossa una maschera, quindi si prende cura del suo viso per cercare di contrastare le rughe.

via GIPHY


#3 Mazzarri stupore

L’espressione di stupore di Mazzarri può essere copiata e ripetuta più volte durante la giornata, ad esempio se qualcuno ti parcheggia dietro e non ti fa uscire. Allora tu entri al bar, lo vedi che prende il cappuccino e reagisci così:

via GIPHY

 


#4 Mazzarri dance

La Mazzarri dance merita 3 GIF. È un ballo che vede protagonisti Mazzarri e Frustalupi ed è fantastico, i due sono sempre coordinati, hanno provato queste mosse mille volte prima di metterle in pratica nell’area tecnica. E allora izquierda:

via GIPHY



Derecha:

via GIPHY



Rapido:

via GIPHY


#5 Mazzarri cerca di spiegare gli schemi alle formiche

L’allenatore del Torino non si accontenta di insegnare calcio ai giocatori e decide di spiegarlo anche alle formiche.

via GIPHY

 
#6 Mazzarri e l’orologio  

Altra immagine diventata cult: Mazzarri che indica l’orologio è uno dei meme con gli allenatori di calcio più utilizzato in assoluto. Ne esistono due varianti. La versione standard:

via GIPHY

 

Variante con orologio che non funziona bene:

 

via GIPHY


#7 Mazzarri esulta come esulta un bambino il giorno di Natale

via GIPHY

 

 Difficile non amarlo.