L'attesa è finita: centoventitrè giorni dopo la finale di Kiev tra Real Madrid e Liverpool torneremo a sentire finalmente la musichetta della Champions League dopo un estate in cui ci siamo dovuti accontentare dei preliminari, oltretutto senza nessuna squadra italiana all'opera. Sarà ancora una volta un'edizione all'insegna dei colpi di classe dei vari CR7 & Messi o assisteremo finalmente ad un processo di ringiovanimento generale dei protagonisti? Cambio generazionale o no, è un bel po' che stiamo in fissa con le giovani speranze (a proposito, avete letto la nostra Top 15 sugli italiani più promettenti?) e dunque a poche ore dal via della competizione che ci piace di più ci siamo focalizzati sulle baby sorprese che potrebbero inaspettatamente prendere la scena e stupire in tutta Europa. E' stato però necessario fare delle scelte, perciò abbiamo deciso di escludere di fatto chi è giovane solamente per l'anagrafe perché in campo internazionale ha già dimostrato di valere come un veterano: è per questo motivo che non troverete nella nostra lista gente parecchio conclamata come Mbappè, Rashford, Alli, Pulisic ed Asensio ma solamente otto debuttanti su cui vale la pena scommettere (quasi) ad occhi chiusi. Dunque, non vi resta che mettervi comodi e iniziare a segnarvi i nostri nomi, con la speranza che possa servire per poter farvi fare la figura dei talent scout sapientoni con i vostri amici.

 

Rodri

squadra: Atletico Madrid
età: 22
posizione: centrocampista

La squadra allenata da Simeone ha la possibilità di giocare l'eventuale finale in casa, al Wanda Metropolitano, ma continua ad essere una squadra assolutamente sottovalutata dagli addetti ai lavori: uno dei motivi per cui vanno considerati una squadra temibile su ogni aspetto è la completezza dei reparti. In mediana, infatti, c'è un nuovo arrivo che proprio un volto nuovo dalle parti di Madrid non è: quello di Rodrigo Hernandez Cascante è un ritorno a casa dopo la parentesi al Villarreal, durata cinque anni, durante la quale è diventato un centrocampista vero. Alto e possente, è l'indiziato numero uno per ricoprire per anni il ruolo di vertice basso ('alla Busquets', anche se sa tirare) nel centrocampo dei colchoneros, a prescindere dal nome e dal numero degli interpreti.

 

via GIPHY

  

Jadon Sancho

squadra: Borussia Dortmund
età: 18
ruolo: ala

Quando parliamo di Jadon Sancho abbiamo in mente il pezzo scritto in uno degli ultimi numeri di Soccerbible: il giovane funambolo inglese che nell'estate 2017 è stato acquistato dal Borussia Dortmund, e che ha subito ricevuto la maglia numero 7. Durante la scorsa stagione le apparizioni del classe 2000 sono state comunque piuttosto rare, essendo stato impiegato principalmente con le selezioni giovanili, ma il suo rendimento nel corso del 2018 è cresciuto visibilmente ed ha subito fatto vedere di che stoffa è fatto: ecco perché siamo convinti che questa potrebbe essere la stagione della definitiva esplosione. Anche perché i numeri del diciottenne parlano chiaro: 14 partite, 1 gol e 8 assist. Un reparto offensivo sempre più tecnicamente deludente come quello del Borussia potrebbe facilitare un suo exploit.

via GIPHY

 

Gedson Fernandes

squadra: Benfica
età: 19
posizione: centrocampista

E' inutile ricordare a quanto equivalga il peso specifico dei giovani portoghesi nel calcio di oggi, e non ci riferiamo solamente a Cristiano Ronaldo. Quello lusitano è un bacino che sembra praticamente infinito, e che la costante presenza di Porto e Benfica non fa altro che irrorare continuamente: tra i tanti giovani interessanti che vedremo all'opera (Renato SanchesDiogo Dalot, Ruben Dias, Diogo Leite e Joao Felix) abbiamo deciso di premiare Gedson Fernandes, il centrocampista capoverdiano in forza al Benfica. E' nato nel 1999, ha già esordito in Nazionale maggiore e lo scorso mese ha brillato durante i preliminari con le Aquile. Una buona stagione europea potrebbe garantire al suo club l'ennesima cessione da record, considerando che ha una clausola rescissoria di 60 milioni di Euro.

 

via GIPHY

 

Arthur

squadra: Barcellona
età: 22
posizione: centrocampista

Quella del Barcellona è stata una piccola rivoluzione interna, se non fosse che i catalani hanno salutato un pilastro del centrocampo come Andres Iniesta (ma anche Paulinho ed Andre Gomes), accogliendo due nuovi innesti come Arturo Vidal e Arthur. Non possiamo infatti di certo utilizzare il termine 'rimpiazzare' visto che si tratta di giocatori completamente diversi rispetto all'ex numero 8, ma di certo assolutamente validi. Arthur, ad esempio, è uno dei centrocampisti più promettenti del Sudamerica ed il Barça ha dovuto spendere circa 30 milioni di Euro per battere sul tempo la concorrenza di tanti club europei per acquistare l'ex Gremio, con cui ha vinto la Libertadores 2017. Ecco perché le attese per il palleggiatore brasiliano (che va ad unirsi alla maxi colonia carioca composta da Coutinho, Rafinha e Malcom), non soltanto provenienti dall'universo Barça, sono assolutamente legittime. E noi non vediamo l'ora di vederlo all'opera.

 

via GIPHY

 

Tanguy Ndombele

squadra: Olympique Lione
età: 21
posizione: centrocampista

Quello francese è uno dei vivai più floridi di tutta Europa, e lo testimonia il fatto che il club del presidente Aulas fa costante affidamento sulle potenzialità dei propri giovani. Inserire almeno uno dei nuovi prospetti del Lione nella nostra breve lista era davvero il minimo, ma è stato difficile scegliere il profilo più interessante: alla fine la scelta è ricaduta su questo centrocampista di origine congolese assolutamente dominante, reduce da una stagione - la scorsa - assolutamente incredibile. Il trio che compone con i due coetanei Houssem Aouar e Lucas Tousart è senza dubbio uno dei motivi che ci costringeranno a guardare con particolare attenzione gli highlights dei francesi, inseriti nel gruppo F con Manchester City, Shakhtar Donetsk e Hoffenheim.

 

via GIPHY

 

Frankie de Jong

squadra: Ajax
età: 21
posizione: centrocampista

La Champions League 2018/2019 vedrà ai nastri di partenza l'Ajax e tutto ciò ci rende particolarmente felici, visto che gli olandesi sono abituati a lanciare giovani con una facilità estrema. Gli ultimi due campioni in divenire sono senza dubbi Matthijs de Ligt e Frankie de Jong, una coppia che siamo certi farà a lungo le fortune del club di Amsterdam e della Nazionale orange. Quello del 21 enne Frenkie de Jong è il profilo che ci affascina di più: è un centrocampista dalla grande maturità, che fino alla scorsa stagione giocava addirittura come centrale di difesa così da poter iniziare l'azione dal basso, ma soprattutto è bello da vedere. E' il centrocampista del futuro? Sarà la sua ultima stagione con gli aiacidi? Buttate un'occhio alla campagna europea dell'Ajax e non ve ne pentirete.

 

via GIPHY

 

Steven Bergwijn

squadra: PSV
età: 20
posizione: ala

Gli olandesi hanno cambiato guida tecnica (via Cocu, è arrivato Van Bommel) ma l'idea di squadra è rimasta praticamente la stessa: i campioni d'Olanda si presentano con un 4-3-3 molto arioso e divertente, ma il gruppo B (con Barça, Tottenham e Inter) è di quelli veramente proibitivi. E allora non resta che affidarsi all'imprevedibilità dei suoi giovani talenti: se Hirving Lozano e Gaston Pereiro li conosciamo già un po', e se il neo arrivato Erick Gutierrez potrebbe non decollare sin da subito, ecco allora che il vero crack potrebbe essere Steven Bergwijn, un'ala olandese di soli vent'anni che sa giocare velocemente su entrambi i fronti del pacchetto offensivo e per questo in patria ricorda tantissimo Memphis Depay. Il classe 1997 che il PSV strappò all'Ajax in tenera età ha fatto benissimo con le selezioni giovanili e ora è atteso al definitivo salto di qualità.

 

via GIPHY

 

Eder Militão

squadra: Porto
età: 20
posizione: difensore

Il gruppo D è senza dubbio quello con maggiori incognite, o meglio ancora quello in cui chiunque squadra avrebbe desiderato di essere sorteggiata: tra Lokomotiv Mosca, Porto, Schalke 04 e Galatasaray infatti è dura stabilire una gerarchia di valori prima del via. L'ennesimo girone abbordabile capitato al Porto, potrebbe commentare qualcuno, ma la verità che i Super Dragões non sono più quelli di qualche anno fa: costretti a continue cessioni, i lusitani quest'anno hanno perso per strada tanti validi giocatori e hanno dovuto rimpiazzarli scommettendo su semisconosciuti: tra questi va segnalato questo terzino destro brasiliano che sa anche giocare come centrale di difesa, che ha vent'anni e proviene dal San Paolo e su cui c'erano gli occhi dei club di mezza Europa. Anche per lui la Champions sarà un'occasione unica per mettersi in mostra, da debuttante.

via GIPHY