La notizia era nell’aria - e soprattutto nei piedi - già da diverse settimane e ora è finalmente giunta anche l’ufficialità: Paulo Dybala è un giocatore di adidas Football e vestirà gli scarpini delle Three Stripes (ufficialmente) a partire dalla FIFA World Cup che inizierà giovedì. Dopo mesi di incertezza, in cui La Joya ha indossato un po’ le Nike Mercurial Superfly e un po’ le PUMA One per poi passare definitivamente al modello X di adidas, il talento argentino diventa ufficialmente il nuovo testimonial dell’azienda di Herzogenaurach, una firma non da poco per il brand tedesco.

 

Attorno a Dybala e alle sue scarpette si erano create molte ‘leggende’, secondo cui il numero 10 della Juventus avrebbe firmato un accordo con PUMA, salvo poi ritrattare per diventare un giocatore adidas. Ora non c’è più alcun dubbio, visto che Claus-Peter Mayer, VP Global Sports Marketing di adidas Football, ha dato ufficialmente il benvenuto a Dybala nella famiglia adidas. "Siamo lieti di firmare uno dei più brillanti giovani talenti del calcio mondiale in questo momento. Paulo Dybala è uno dei giocatori più creativi che calcano i campi di gioco e sono queste le caratteristiche che lo rendono il giocatore perfetto per far parte del team adidas”.

Paulo Dybala è finalmente un giocatore adidas Dopo mesi di rumor e speculazioni, il numero 10 della Juventus è diventato il nuovo volto delle Three Stripes | Image 0
Paulo Dybala è finalmente un giocatore adidas Dopo mesi di rumor e speculazioni, il numero 10 della Juventus è diventato il nuovo volto delle Three Stripes | Image 0

Dybala aveva fatto il suo esordio con le adidas X 17+ dello Skystalker Pack durante l’ultima partita del 2017 giocata a Verona, finendo e vincendo il campionato con diverse colorway, ma sempre del modello X. Non è chiaro cosa indosserà in vista della Coppa del Mondo, anche se dovrebbe probabilmente trattarsi della rivoluzionaria adidas Glitch, che ha fatto il suo debutto un anno fa, ma che deve ancora arrivare in Italia. Che sia arrivato finalmente il momento di vederle anche in Serie A, magari proprio ai piedi di Paulo Dybala? Incrociamo le dita.