Las Vegas, la città del peccato. Provateci voi a mettere in una singola maglietta da calcio tutto i led, i dadi, le carte, le pajette, i croupiere, gli hotel, le fontane, i soldi e lo squallore della città-parco-giochi d'America costruita in mezzo al deserto del Nevada. La missione era molto difficile perché il Las Vegas Lights FC è stato fondato appena 5 mesi fa, ad agosto 2017, e attualmente oltre a un logo molto bello ha solamente 14 giocatori in rosa. La squadra non giocherà in MLS ma nella USL (United Soccer League), una delle leghe minori americane. Tuttavia il proprietaria Brett Lashbrook sta investendo parecchi soldi nella squadra e ieri ha presentato la prima maglietta del team, molto in stile Las Vegas.

Non siete pronti per la maglia del Las Vegas Lights FC E neanche noi lo siamo onestamente | Image 2
Non siete pronti per la maglia del Las Vegas Lights FC E neanche noi lo siamo onestamente | Image 1
Non siete pronti per la maglia del Las Vegas Lights FC E neanche noi lo siamo onestamente | Image 0

Lo sfondo nero della maglietta è attraversato da strisce di colore fluo - blu, rosa e gialle - che ricordano tutti i led e i fari della strip di Las Vegas. Il logo è messo in evidenza da una fantasia rosa, come se avesse una luce al led sotto, ma il tocco più trash è lo smile stampato all'interno, per cui un giocatore può esultare tirandosi la maglietta sulla faccia e mostrarlo al pubblico.

 

A confermare l'attitudine pazza del club, il CEO Brett Lashbrook ha anche annunciato un sistema di bonus molto particolare che verrà applicato ai giocatori: ogni volta che la squadra vincerà una partita in casa segnando tre o più gol ogni giocatore riceverà 100 dollari in fiche da giocarsi al casinò più vicino