Carmelo Anthony è uno di quei giocatori NBA che ha spesso deluso le altissime aspettative sul suo conto. Quest'estate è stata particolarmente stressante per Melo: dopo la fallimentare esperienza a casa sua a New York con i Knicks sembrava scontata che Melo sarebbe stato scambiato con qualche giocatore di Houston (unica squadra a manifestare interesse per il giocatore). Tuttavia, la trade non è ancora andato in porto e Melo si sta allenando da solo sperando che la situazioni si risolva per il meglio. Come molti dei suoi colleghi dell'NBA Melo mette spesso i video dei suoi allenamenti sui social network, e quelli di quest'estata non sono passati inosservati. Anthony appare più tonico e fluido e nella maggior parte dei video gioca in felpa, col cappuccio tirato su e chiuso.

@carmeloanthony #hoodieseason // 'Black Ops' @victory // @harrington1313 @doug.plumb @mike__atkinson_

Un post condiviso da Chris Brickley (@cbrickley603) in data:

Nei video dell'allenamento di Melo con il cappuccio, Anthony sembra un giocatore diverso, migliore. Come un supereroe che indossa il suo costume Anthony gioca con più leggerezza, mette qualunque tiro e soprattutto perde la sua espressione un persa e menefreghista che in tanti gli rimproverano in NBA. Con il cappuccio Carmelo Anthony diventa il suo dopplenganger inarestabile: Hoodie Melo

Ad inquadrare perfettamente il personaggio, ci ha pensato uno degli amici di Melo, l'ex compagno di squadra ai Knicks JR Smith. Alla domanda su quale dei due Melo preferisse, la guardia di Cleveland ha risposto:

“Hoodie Melo gioca senza coscienza. Il Melo normale sta più sulla difensiva, entrambi grandi ma io preferisco Hoodie Melo”

Durante questa offseason Melo si sta allenando con Chris Brickley - stimatissimo personal coach dei campioni NBA - che sta tirando a lucido l'ex Denver in vista della prossima stagione. Brickley ha postato sul suo Instagram una foto commentando l'hoodie di Melo e la sua trasformazione.

Il fenomeno Hoodie Melo è scoppiato anche sui social. Su reddit c'è chi ha chiesto di inserire Hoodie Melo nella nuova edizione del videogioco NBA 2k18, e chi ha proposto alla Nike di fare una divisa personalizzata con cappuccio per Melo. Ma soprattutto, la vicenda ha cambiato un po' la narrazione intorno al giocatore nato a Brooklyn: dalle critiche per il suo egoismo e la sua mancata carriera da stella, alla speranza di rivedere uno dei talenti più puri del basket americano. L'altro ieri un altro video di Hoodie Melo è saltato fuori: è una partita di allenamento tra Hoodie Melo (che però sta spesso senza cappuccio), Russel Westbrook e Enes Kanter. Indovinate chi ha dominato la partita?