Vedi tutti

Apple ha offerto ai suoi dipendenti 180mila dollari per non passare a Meta

La "talent war" della Silicon Valley

Apple ha offerto ai suoi dipendenti 180mila dollari per non passare a Meta La talent war della Silicon Valley

Secondo quanto riportato da Bloomberg, per combattere la concorrenza di Meta, Apple avrebbe stanziato dei bonus destinati ai suoi top engineers come incentivo per non abbandonare l'azienda a favore del colosso di Mark Zuckerberg. Stimati tra i 50mila e i 180mila dollari, i bonus fanno parte di una "talent war" iniziata da Apple con le altre aziende della Silicon Valley e resa ancora più urgente dall'annuncio di Meta. Negli ultimi mesi l'azienda di Zuckerberg ha infatti già ingaggiato 100 ex-dipendenti Apple, mentre l'azienda di Tim Cook non è riuscita a fare lo stesso con i talent di Meta.

La rivalità tra le due aziende va avanti da tempo, ma con la corsa alla realtà virtuale sembra essersi inasprita ulteriormente. Entrambe le compagnie hanno in agenda alcune release e upgrade nei prossimi anni, motivo per cui Apple vuole evitare una "fuga di notizie" verso la concorrenza. I bonus stanziati da Apple non fanno infatti parti della normale retribuzione, ma fanno invece parte di un piano dell'azienda di Tim Cook per evitare una diaspora di talenti versi le altre aziende della Silicon Valley in un momento chiave per il mondo tech come quello che è l'approccio verso il Metaverso.

Mentre Meta ha già annunciato i suoi piani futuri, Apple deve ancora alzare il sipario sulla sua idea per portare l'azienda verso la nuova dimensione del Metaverso. Nonostante una sostanziale assenza di notizie, ci possiamo aspettare l'arrivo di qualche annuncio già nei prossimi mesi.