Browse all

Provaci ancora, Rus

Do The Right Thing

Provaci ancora, Rus Do The Right Thing

Generalmente, il tuo playmaker, anche quello dei sogni, non dovrebbe essere in grado di schiacciare in testa a chiunque, di avere la stessa fisicità di LeBron, non dovrebbe essere uno dei giocatori più esplosivi della lega, e soprattutto non dovrebbe fare cose del genere.





Solo che se usi cosi tante volte in condizionale in un periodo, un motivo dovra pur esserci. Il nostro motivo è nato 25 anni fa in uno dei posti piu belli del mondo, in California, Long Beach per la precisione, si chiama Russell Westbrook ed è andato all’università a UCLA, dove ha fatto coppia con Kevin Love (squadre peggiori hanno vinto un campionato NBA).

Parte da li infatti la mirabolante storia di Russ, ultima scelta assoluta dei leggendari Seattle Supersonics, poi traferitisi a OKC. Ed è qui che Westbrook diventa Westbrook. Con Durant e Harden da battaglia ai Big Three di Miami tanto da arrivare ad un passo cosi dal titolo, fino ad ora, appunto, solo sfiorato.

Il suo rapporto con Durant è eccezionale. Sono in tanti a pensare che i due non siano perfettamente compatibili sul parque, che tendano entrambi (ed effettivamente lo fanno) ad accentare troppo il gioco e tenere troppo la palla ferma. Fuori dai palazzetti invece, l’intesa è straordinaria. Le loro conferenze stampa sono già leggenda, si vestono uguali (e non basterebbe un libro bello grosso a raccogliere tutti i loro outfit da hipster), intendono il mondo in una certa maniera (la famiglia per entrambi viene prima di qualsiasi altra cosa) e non perdono occasione di mostrarlo al mondo.

Al contrario di Durant però, Russell è l’esagerazione fatta giocatore. Nella stessa partita, nella stessa azione addirittura, puo fare giocate da MVP o follie che neanche nel campionato Azero. (con tutto il rispetto per ques’ultimo, ammesso che esista). Robe del genere per intenderci.




Ma anche cosi.

E’ difficile non accorgersi di Westbrook anche se non sta giocando. Onnipresente sui social network, mai banale nelle interviste, addirittura sublime nei suoi look prima e dopo la partita. Non chiedetemi ad esempio, dove possa aver comprato questa Lacoste.



Dopo una stagione difficile a causa di un brutto infortunio, Russ è tornato finalmente ad esprimersi su livelli piu consoni al suo talento, ha alzato il livello del suo gioco togliendo OKC dagli impicci più di una volta. La scorsa notte hanno fatto fuori i Clippers di CP3, raggiungendo cosi la finale di Conference contro San Antonio. Westbrook ha cosi un’altra occasione, un’altra opportunità per provarci, per provare a vincere il titolo, e portarci anche il suo amico Kevin. Provaci ancora Rus.