Browse all

Everything You Should Know About the adidas Tubular

Give Me Five

Everything You Should Know About the adidas Tubular Give Me Five

Fresche fresche di release, le nuove adidas Tubular, presentate ieri in quattro diverse colorazioni, sono un buon indicatore per capire dove il brand sia indirizzato per il prossimo anno. Ciò che adidas propone è un mix ben dosato di innovazione e di tradizione ma, per capire e apprezzare al meglio la sneaker, è necessario andare ben oltre il primo sguardo. Ecco tutto quello che dovreste sapere sulla nuovissima Tubular secondo le parole di Nic Galway, il Vice President of Global Design di adidas.

 

1# La Tubular si ispira alle linee adidas running degli anni '90.

...Anche se in effetti non sono esattamente una copia delle running shoes di quella decade. 

Galway stava cercando un modo per dare una scossa al brand portando qualcosa di diverso. Il suo punto di partenza fu una gita negli archivi adidas: i prototipi mai realizzati datati 1990 gli diedero l'idea di provare a ricreare con le tecnologie di oggi la Tubular originaria, una sfida per gli ingegneri dell'epoca: l'idea di base era grandiosa, ma la realizzazione risultava decisamente  troppo complicata.

2# É chiamata "Tubular" per il design della suola esterna, modellata secondo la logica delle camere d'aria dei pneumatici, inner tire tubes.

La suola delle Tubular è stata creata partendo dalla tecnologia dei cerchioni airless del Dakar Rally, una combinazione di due diverse densità ed Eva Foam diventata poi la parte inferiore della scarpa. Camminare con una Tubular è come camminare con una camera d'aria ai piedi, provate a figurarvi per un attimo la comodità .

3# La parola chiave del design: riconoscibilità.

 "Non si trattava solo di definire le linee e i dettagli ma più che altro di rendere riconoscibile la sagoma della sneaker. In questo modo chiunque la vedesse, sarebbe stato in grado di identificarla immediatamente".

4# La Tubular potrebbe giustamente ricordarvi la Y-3 Qasa.

...Questo perché prima della nascita dell'attuale adidas Tubular, gli sforzi di Galway erano incentrati sul tentativo di far risorgere e funzionare il meccanismo della suola Tubular. Yohji Yamamoto si interessò  e collaborò al progetto con l'intenzione di immetterlo nel mercato. Nessuna particolare aspettativa commerciale, se non quella di creare una sneaker futurista e democratica. Dalla collaborazione nacque la Y-3 Qasa, che da questo punto di vista non è altro che un'antesignana della Tubular vera e propria. 

5# Non sorprendetevi se in futuro vi imbatterete nella suola Tubular su altri prodotti adidas.

"Crediamo che questo tipo di suola abbia una grande flessibilità e quindi sentiamo di dover proseguire su questa via applicando la tecnologia anche ad altre sneaker" dice Galway.